Roma: la lista Nathan nella squadra (e compasso) di Marchini

nathan

Tra i vari schieramenti che si vanno delineando verso le elezioni del Campidoglio non mancano le liste civiche: tra quelle che appoggeranno Alfio Marchini ci sarà la Nathan, in onore al sindaco massone di Roma che governò ad inizio ‘900.

La lista che appoggerà l’imprenditore appassionato di polo “è composta da repubblicani e liberali”: a riferirlo è Il Messaggero. E c’è da crederci, visto che il quotidiano più diffuso a Roma in questi giorni conduce più o meno indirettamente una campagna contro gli altri candidati a sindaco di Roma, spingendo in questo modo Marchini, ma guardandosi bene dallo scrivere che siede nel consiglio di amministrazione di Cementir, holding del gruppo Caltagirone, proprietario del Messaggero nonché primo azionista privato in Acea.

Nei giorni scorsi, infatti, ha fatto molto discutere l’avventata presa di posizione del Messaggero contro la candidata Cinquestelle a sindaco di Roma: Virginia Raggi aveva dichiarato di voler cambiare il management di Acea una volta vinta le elezioni. Il Messaggero ha così attribuito la perdita di 70 milioni dei romani alle affermazioni dell’esponente del M5S (ne abbiamo parlato qui).

Ora, dunque, a sostenere il socio di Caltagirone ci sarà la lista animata da repubblicani e liberali. Ernesto Nathan guidò la Capitale dal 1907 al 1913: “Nato a Londra, coniugato Virginia Mieli, di religione deista, di condizione possidente, grado di istruzione pubblicista nonché sindaco di Roma” è quanto si legge nella tessera massonica del più famoso primo cittadino romano del Novecento, descritta sul Corriere della Sera del luglio 2011. Nello stesso articolo si racconta come Nathan “che cercò di portare un po’ di Europa nella sonnacchiosa, presuntuosa e impennacchiata capitale d’Italia, venne fatto politicamente fuori dai poteri forti immobiliari”.

La tessera massonica di Nathan, guarda caso, è esposta nella vetrinetta a lui dedicata, allestita nel «museo temporaneo» aperto dalla Gran Loggia di palazzo Vitelleschi a piazza Argentina. Nello stesso palazzo si trova la sede centrale del comitato elettorale per “Alfio Marchini sindaco”.

Qualcuno avvisi i repubblicani e liberali della lista Nathan che hanno deciso di appoggiare proprio il candidato espressione di quegli stessi poteri che fecero fuori il sindaco massone.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Luca Bagatin said:

    Marchini é un clerico fascista.
    Quelli della sedicente lista Nathan sono sedicenti repubblicani.
    Nathan, miglior sindaco di Roma in assoluto, i clericali se li magnava a colazione.

*

Top