Milan: Haka imbarazzante, ma è solo per lo sponsor

Rugbisti in rivolta per l’imbarazzante Haka, la tradizionale danza Maori degli All Blacks, improvvisata dai giocatori del Milan ieri sera davanti agli avversari del Carpi.

Peccato che quelli non fossero i veri giocatori allenati da Cristian Brocchi e di fronte a loro non si trovassero i veri atleti biancorossi. Si è trattato di comparse scese in campo molto prima della gara, con un po’ di spettatori sugli spalti, quel tanto che bastano a far creare la reale atmosfera “da stadio”.

Il punto del campo poi è stato scelto accuratamente: abbastanza lontano da non smascherare i reali attori e davanti ai cartelloni pubblicitari che mandavano il messaggio promozionale: “Uomini, questo è il vostro rituale” collegando la haka scimmiottata dai finti giocatori del Milan alla crema dopobarba da spalmare ogni giorno appena alzati.

La complicità di alcune community online, dedicate ai fenomeni riguardanti il calcio, ha rilanciato viralmente la triste danza suscitando la reazione contrariata degli amanti del rugby (non osiamo immaginare quella dei neozelandesi). E chissà che da pagine Facebook seguitissime non si siano trasformate in strumento di marketing ben retribuito.

Solo uno spot virale per un dopobarba, quindi: ma vista la penosa operazione di marketing di ieri sera, qualcuno spera in un ritorno degli hipster. E i rugbisti sono già pronti a boicottare la nota marca di crema dopobarba.

 

 

Articoli correlati

*

Top