Prima Montolivo, ora Marchisio: gli spot portano sfiga agli Azzurri?

spot

Ma non è che gli spot pubblicitari dei calciatori azzurri in prossimità di Mondiali e Europei portano male? Sarà solo una casualità, ma già due giocatori della Nazionale sono finiti vittime della “maledizione  reclame”.

Basti pensare a Riccardo Montolivo, che è stato talmente sfigato al punto di rompersi la tibia nell’ultima amichevole dell’Italia prima del Mondiale. Aveva appena partecipato allo spot della Simmenthal.

“Mangia la Simmenthal e vinci un viaggio in Brasile con noi Azzurri”. Le sue ultime parole famose. Peccato che lui in Brasile non ci è potuto andare per il grave infortunio.

 

Adesso la maledizione ha anche colpito Claudio Marchisio, che si è rotto il crociato nella gara vinta dalla Juventus sul Palermo. Niente Europeo per lui, dunque ed emergenza totale per Antonio Conte, che si affiderà, probabilmente, proprio a Montolivo. Il centrocampista bianconero aveva appena girato la pubblicità dove era il testimonial dei prodotti per capelli Fructis Style e di Swisse il multivitaminico. Niente da fare nemmeno per lui.

 

La iella delle pubblicità pre Mondiali ed Europei era toccata in passato anche a Francesco Totti (che però recuperò in extremis nel 2006 in Germania vinto dagli Azzurri) e a Gianluigi Buffon (Sudafrica 2010).

Chi sarà il prossimo Azzurro a comparire nelle pubblicità? Il consiglio, visto il corso degle eventi, è di essere il più scaramantici possibili ed evitare ogni tipo di messaggio promozionale in prossimità di eventi importanti…

Articoli correlati

*

Top