Napoli: malata di leucemia contrae l’aviaria in ospedale

aviaria
L'ospedale Federico II di Napoli

Mentre sta curando la leucemia, una donna si ammala di influenza aviaria al Federico II

I medici tendono ad escludere una disinfezione non corretta e avanzano l’ipotesi di un contagio da parte di un portatore sano, per spiegare la causa scatenante l’incidente accaduto a Napoli. Dove una 55enne ricoverata nel nosocomio partenopeo, mentre veniva curata, ha contratto il virus H1N1, ovvero la famigerata influenza aviaria.

I parenti della donna, ora in rianimazione, ci hanno messo ben poco a scoprire che nella stessa stanza che ospitava la congiunta pochi giorni prima c’era stato un altro paziente affetto dall’aviaria.

Il direttore sanitario Gaetano D’Onofrio si è affrettato a precisare che nei locali “è stata fatta la disinfezione” ed è stato “rispettato il protocollo”, peraltro rigido e consuetudinario, per questo genere di casi. Ma allo stesso tempo ammette che “la paziente ha contratto il virus durante il ricovero”,

Le condizioni della signora, già debilitata da una grave forma di leucemia linfatica, permangono serie.
E rimangono molti dubbi sull’applicazione delle norme igieniche, sperando che questo caso non si aggiunga ai tanti altri occorsi in Italia in un contesto di malasanità diffusa.

Articoli correlati

*

Top