Referendum costituzionale. Corriere, il Tempo, Libero: la stampa del “sì”

Con l’avvicinarsi delle elezioni di giugno e, soprattutto, del referendum costituzionale di ottobre, guarda caso, si assiste ad uno strano avvicendamento di poltrone nei maggiori quotidiani nazionali. E, sempre guarda caso, sostengono tutti la riforma…

Dopo l’annuncio di ieri di Riccardo Luna alla direzione dell’Unità (anche se lui smentisce) l’annuncio oggi della “dipartita” di Maurizio Belpietro dalla direzione di Libero e l’arrivo, al suo posto, di Vittorio Feltri. Per una linea più renziana. Dietro la silurata di quell’ostile di Belpietro c’è ovviamente Antonio Angelucci (che nel frattempo ha preso anche Il Tempo di Roma).

Dietro ad Angelucci, manco a dirlo, c’è Denis Verdini che si sta abilmente adoperando per creare il giusto “contesto” per la vittoria del sì al referendum costituzionale in autunno. Ma, anche senza la “spinta” di Denis è pur vero che la mossa di Angelucci può essere giustificata anche dal fatto che l’ex portantino del San Camillo era in ancora in debito con Renzi (secondo la proprietà transitiva) per via del contenzioso che risale ai tempi dei contestati finanziamenti percepiti – contemporaneamente – per Il Riformista e per Libero almeno dal 2006 al 2010. 

Dunque, ricapitolando: da oggi potrete scegliere tra 100% Renzi (La Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX e l’Unità), 50% Renzi- 50% Verdini (Libero, il Tempo e il Giornale grazie ad Angelucci, più Il Foglio), governativo a prescindere (Il Messaggero di Caltagirone) e Davigo (Il Fatto Quotidiano).

A questi si aggiunge il Corriere – che ufficialmente non si schiera – ma deve fare i conti con lo scontro tra il nuovo editore (Cairo) e il salotto di Mediobanca (UnipolSai, Pirelli, e l’ex antirenziano Diego Della Valle) a suon di Opa e contro-Opa attorno alla figura di Andrea Bonomi, a capo di Investindustrial e di un gruppo di soci storici del Corriere della Sera. Se vincerà il salotto di Mediobanca, il Corriere passerà sul fronte del sì. Con buona pace della pluralità di informazione.

Articoli correlati

*

Top