Morte Magherini: pm chiede condanna per 4 carabinieri

magherini

Spiragli di giustizia per la famiglia di Riccardo Magherini, deceduto il 3 marzo del 2014 durante un fermo dei carabinieri. Bloccato e ammanettato con la faccia sull’asfalto, in preda ad una crisi di panico dovuta all’assunzione di cocaina, il 39enne fiorentino morì soffocato.

Al termine della requisitoria al processo per sua la morte, il pm Luigi Bocciolini ha chiesto la condanna a 9 mesi per omicidio colposo nei confronti del carabiniere Vincenzo Corni, che sferrò uno o due calci a Magherini quando era a terra ammanettato a pancia in giù.

Inoltre ha ritenuto responsabili della sua morte sia i quattro carabinieri che lo tennero a lungo in quella posizione in cui non riusciva a respirare Stefano Castellano, Davide Ascenzi, Agostino della Porta e, appunto, Vincenzo Corni), sia la volontaria della Croce Rossa italiana Claudia Matta per non aver attivato immediatamente le manovre di rianimazione. Per tutti chiesti 9 mesi di pena.
“Non finirà come il caso Cucchi, farò di tutto per evitare una vergogna simile”, aveva dichiarato il fratello della vittima, Andrea Magherini dopo il rinvio a giuidizio dei 4 carabinieri.

A raccontate la misteriosa morte del “Maghero” anche un libro dal titolo “Raccontate la mia storia”, che ha evidenziato tutti i lati oscuri della vicenda. Come se qualcuno sapesse la verità, ma non avesse mai voluto parlare.

Articoli correlati

*

Top