Alessandra Mussolini anti-Meloni, ecco la politica di Berlusconi

mussolini

La missione di Alessandra Mussolini e Francesco Storace? Impedire l’accesso di Giorgia Meloni al ballottaggio: parola della capolista di Forza Italia alle ultime elezioni.

“La mia missione era un’altra – confessa la Mussolini nel’intervista al Messaggero – Impedire l’accesso alla Meloni al ballottaggio. E siccome siamo riusciti a tenerla fuori, altro che depressa: io sono contenta”. Altro che buche da riparare, trasporti da modernizzare e sprechi da combattere: niente di tutto questo. Magari i candidati di Forza Italia si saranno pure riempiti la bocca delle solite belle promesse elettorali, ma la realtà è un’altra e a confessarla ci ha pensato in maniera molto chiara Alessandra Mussolini che di Forza Italia era addirittura la capolista: “Per certe operazioni difficili e scomode Silvio chiama sempre me e io, che gli sono affezionata e fedele, non mi tiro indietro. Sono stata una samurai contro la Meloni”.

Amareggiata per non essere stata eletta? Neanche un po’. L’obiettivo di Alessandra Mussolini non era mica salire in Campidoglio, nossignore: “Anche Storace aveva questo compito: pescare voti a destra e togliere ossigeno alla Meloni”. Per fortuna un’altra Mussolini è riuscita ad entrare in aula Giulio Cesare, si tratta di Rachele, candidata con la lista civica Con Giorgia in appoggio alla leader di Fratelli d’Italia. Tutto un altro stile, tutto un altro modo di fare politica quello di Rachele che non si è candidata certo per fare un dispetto a nemici esterni, né tantomeno interni.

“La Meloni invece di combinare altri guai, pensi solo a leccarsi le ferite” e poi ancora “Berlusconi domenica notte mi ha chiamata e mi ha detto: brava Ale, tu ti sei sacrificata per fermare la Meloni e la Meloni è finita male”: le parole di Alessandra Mussolini descrivono alla perfezione il tracollo di Forza Italia, ormai un ex partito che si è autocondannato all’eclissi nella Capitale.

Articoli correlati

Un Commento

  1. andy said:

    A Roma Fdi ha preso il triplo dei voti di FI, e questo sarebbe il “tracollo della Meloni”? Incredibile poi che la Mussolini, in politica da una vita, sia così sprovveduta da raccontare questa storia, ammesso e non concesso che sia vera. Non si è nemmeno resa conto dell’autogol. Proprio “un cervello” da votare!

*

Top