Gasparri tirato in ballo nell’inchiesta sulle tangenti spaziali

gasparri
gasparri

Eravamo preoccupati dal fatto che Maurizio Gasparri non avesse risposto su Twitter al nostro pezzo sulla sua condotta sui social network.
Ci siamo chiesti “perché lui, sempre così attivo nel rintuzzare agli attacchi e alle bordate che gli piovono addosso quotidianamente nel web, rimane in silenzio di fronte ad un articolo che potrebbe scatenare la sua verve polemica?”
La risposta arriva dalle pagine del settimanale “l’Espresso”, dal quale apprendiamo che l’attuale vicepresidente del Senato della Repubblica sembra sia stato tirato in ballo nell’ambito di un’inchiesta su una brutta storia di tangenti all’Asi, l’Agenzia Spaziale Italiana.
Sarebbero inquisite 7 persone, tra le quali l’ex presidente dell’Agenzia nonché  amico di Gasparri Enrico Saggese, sul quale penderebbe la grave accusa di corruzione. Una sua collaboratrice, tale Francesca Sette, pare abbia dichiarato che Saggese avrebbe spinto il responsabile della società Art Work a sovvenzionare la campagna elettorale di Gasparri in cambio della stipula di sostanziosi contratti .
Il senatore di Forza Italia, da parte sua, ha respinto sdegnosamente le accuse, che peraltro dovranno essere verificate dai Magistrati, sostenendo che non si è trattato di un finanziamento occulto.”Ho querelato l’Espresso e l’agenzia ANSA – ha tuonato Gasparri – perché ho depositato, come da legge, la dichiarazione sui contributi elettorali ricevuti”.
Questa comunicazione, ovviamente, l’ha pubblicata su Twitter.

Articoli correlati

Un Commento

Rispondi a CarmenLiaLeuzzi Annulla risposta

*

Top