Ikea ritira le “cassettiere assassine”, ma solo in USA e Canada

Avete per caso a casa la cassettiera “Malm” comprata da Ikea? Se sì e se avete bambini, fate molta attenzione.

Anzi, se potete, buttatela proprio nella spazzatura.

È stata la stessa azienda svedese a lanciare l’allarme e a ritirarla dal mercato americano e canadese (sia dai negozi sia riprendendosi i 29 milioni di pezzi venduti).

Ikea ha preso questa decisione a seguito della morte di cinque bambini (3 in USA, 2 in Canada), schiacciati letteralmente dalla Malm non fissata correttamente al muro. Cinque tragedie che si sono susseguite in poco meno di due anni.

La conferma del ritiro dal mercato statunitense della cassettiera è arrivata direttamente dal presidente di Ikea USA Lars Petersson, che ha invitato a restituire tutte le Malm acquistate dai cittadini.

E negli altri Stati? No, non sono state bandite le “cassettiere assassine”. Proprio per questo motivo, in questi giorni, stanno montando le polemiche.

“Cosa aspetta Ikea? Che muoia un altro bambino anche in Europa?”, il commento degli utenti sui vari social network e la denuncia da parte degli organi di stampa.

In effetti, non si capisce bene il motivo per il quale il colosso svedese non abbia ritirato le Malm dal mercato internazionale e sia sia limitato a prendersi indietro solo quelle in Canada e negli USA.

Solo questione di tempo oppure davvero Ikea vuol prendersi questo rischio?

Articoli correlati

Top