Sgarbi in viaggio verso Parigi. Va a riprendersi la Monna Lisa

Il noto critico d’arte è diretto verso la Francia. Ma sa benissimo che i nostri cugini transalpini non ci restituiranno mai la Monna Lisa.

Incurante dei problemi di salute che il suo cuore ballerino gli sta causando, Vittorio Sgarbi è in viaggio verso Parigi, più precisamente il Museo del Louvre.

L’ha chiamata #missionemonnalisa, e di una missione impossibile si tratta, volendo riportare in Italia il capolavoro di Leonardo da Vinci. Di cui dubitiamo i francesi vogliano sbarazzarsi, dal momento che oltre ad essere protetto da un vetro, è vegliato da alcune guardie che tengono a distanza i visitatori del celebre museo parigino.

Ne sanno qualcosa i comici Pio e Amedeo, che in una recente puntata del programma di Italia 1 “Emigratis” hanno tentato di sostituire il quadro con una copia. Ricevendo in cambio unicamente la promessa di una denuncia.

Come si muoverà Sgarbi non lo sappiamo, ma dalle sue parole ci sembra avere lo spirito combattivo di sempre. “Per tutti quei cornuti che ne dubitavano, sto andando in Francia a prendere Monna Lisa”, ha postato su Facebook, aggiungendo un video in cui afferma che il dipinto, di sicuro, non tornerà mai da solo in Italia.


Serve un uomo forte, uno come lui, per riuscire nell’epica impresa. Anche se in coda al filmato si lascia scappare, nella lista dei grandi artisti francesi, un Magritte che transalpino non era. Ma si corregge subito dicendo che l’ha detto apposta contando sulla nostra ignoranza.

Per lui siamo tutti asini. Grazie Vittorio.

Articoli correlati

*

Top