Attentato a Monaco: Rai e La7 sbagliano filmati

Il terrorismo continua a seminare terrore e morte in Europa. Ieri è stata la volta di Monaco di Baviera, con la strage compiuta da un diciottenne, nato e cresciuto in Baviera, ma di origini iraniane, che ha sparato tra un ristorante McDonald’s e un affollato centro commerciale a nord della città.

Con Rai News che non ha fatto altro che alimentare un clima di terrore già alle stelle, mandando subito in onda il filmato della strage.

Immagini crude naturalmente, violente. Peccato, però, che non fosse la sparatoria di Monaco ma un esercitazione anti terrorismo organizzata dalla polizia inglese. A Manchester. Il video sbagliato è stato trasmesso anche dal Tg3, nell’edizione delle ore 19.

Una gaffe vera e propria, che ha portato alle scuse pubbliche da parte dell’emittente.

“ATTENZIONE, le immagini mandate in onda da Rainews24 nel corso dell’edizione delle 19 , e che mostravano gente ferita a terra, si riferivano a una esercitazione tenutasi a Manchester nel mese di maggio e non, come erroneamente riferito, ai fatti di Monaco. Chiediamo scusa ai nostri telespettatori e ringraziamo quanti ci hanno segnalato l’errore”.

Ma la disattenzione dei media italiani non si è fermata qui. Nei primi minuti di diffusione della notizia è circolata infatti ovunque la fotografia di una strage che si riferiva a una rapina del gennaio 2015 in un centro commerciale in Sudafrica. Enrico Mentana, su La 7, ha poi ripetutamente mandato in onda la fotografia di un presunto attentatore che in realtà non era affatto uno stragista.

Insomma panico e ansia hanno generato una confusione incredibile. E i media sono riusciti nell’impresa di alimentare questo clima.

Articoli correlati

*

Top