Usa 2016: Trump incassa il sostegno di Obama (fratello di Barack)

malik obama

Dopo aver accettato la nomination del Partito Repubblicano, arriva un nuovo sostegno a Donald Trump che sta facendo molto discutere: si tratta dell’appoggio di Malik Obama, il fratellastro dell’attuale presidente Barack.

Continua la cavalcata di Trump verso le presidenziali di novembre: stavolta, ad attirare i riflettori dell’opinione pubblica americana ed internazionale è l’annuncio di Malik Obama, 58 anni con un passato da democratico, fratellastro dell’attuale presidente Barack Obama, democratico anche lui. Malik è presidente della fondazione caritatevole in Virginia intitolata alla memoria del padre, Barack H. Obama e ha spiegato come la decisione di appoggiare il candidato repubblicano sia stata dettata dalla delusione profonda nei confronti del fratello per come ha amministrato la presidenza Usa.

Non solo: l’ultimo episodio che lo ha convinto a sostenere Donald Trump è arrivato nei giorni scorsi, quando il direttore dell’FBI James Comey ha fatto sapere di non perseguire il candidato democratico Hillary Clinton in merito al suo uso di un privato server di posta elettronica, nonostante un atteggiamento estremamente negligente da parte dell’allora segretario di Stato e del suo staff: “Lei avrebbe dovuto saper gestire meglio certe informazioni ritenute ‘classificate’”, ha detto Obama.

Poi, è arrivato l’apprezzamento per il candidato repubblicano: “Mi piace Donald Trump perché parla dal cuore”, ha detto Malik Obama al New York Post dalla sua casa nel villaggio rurale di Kogelo. “’Rendere l’America grande di nuovo’ è uno slogan efficace. Mi piacerebbe incontrarlo”. Ma il fratello del presidente Usa è anche deluso dal fatto che Clinton e il presidente Obama hanno eliminato il leader libico Muammar Gheddafi, considerato uno dei suoi migliori amici.

“Ritengo che sbarazzarsi di Gheddafi non abbia affatto migliorato le cose in Libia”, ha detto: “Mio fratello e il segretario di Stato Clinton hanno fallito in proposito”. Ma ciò che lo preoccupa ancora di più è il supporto al matrimonio omosessuale da parte del Partito Democratico: “Su questo mi sento molto repubblicano: loro sono contrari alle nozze gay ed è la mia stessa posizione”.

Articoli correlati

*

Top