Fenomeno Gomorra: arriva negli USA e la critica impazzisce

Tutti pazzi per Gomorra, anche oltreoceano. La serie tv più vista in Italia è sbarcata negli States, facendo letteralmente impazzire la critica americana.

Per il suo impianto stilistico, per la sua storia e per quello che racconta. I toni, i personaggi e le ambientazioni, tutto perfetto.  “La sua raffigurazione di un mondo sotterraneo e brutale ha aperto nuove strade in Italia, dove la televisione è spesso kitsch” Scrive il New York Times.

Gomorra, americanizzato Gomorrah, con l’acca, è altissima televisione. “Dimostra”, scrive l’Hollywood Reporter, “che non sono solo gli inglesi a fare televisione al livello americano; o a poterlo superare”. Per il Wall Street Journal, invece: “Gomorra è una rappresentazione intricata, realistica, dello spaccio di droga e della rivalità tra clan”.

Sollima ha fatto centro. La prima stagione, che arriverà su Sundance TV il prossimo 24 agosto, rappresenta la cosiddetta prova del nove; è la risposta, fatidica, alla domanda “ma possiamo rivaleggiare anche noi con i giganti dell’entertainment mondiale?”. A oggi, sì.

A tutti quelli che dicono che Gomorra non è rappresentativa del Belpaese (e lo speriamo vivamente), gli americani non ci pensano: perché la realtà, quella di ogni giorno, non gli interessa. Non raccontano solo il bene. Anche perchè, vista la loro storia e i loro precedenti, dovrebbero fermare la produzione di qualsiasi action pieno di armi e di sparatorie.

Ma lo show business è un’altra cosa. La giustizia, la politica, il politicamente corretto, un’altra ancora. Ditelo ai colletti bianchi di Roma. Qui parliamo di tv, di buona tv. Un’occasione per riportare l’intrattenimento made in Italy sulla cresta dell’onda – come quando Dino De Laurentiis era il re di Manhattan e tutti, anche una giovanissima Meryl Streep, andavano in pellegrinaggio da lui.

“Gomorra è oscura”, chiude l’Hollywood Reporter, “e richiede una certa attenzione per i sottotitoli, ma dimostra anche l’impegno dell’Italia di provare che non siamo gli unici a fare dramma di qualità”. Colpito e affondato. Gli effetti di Gomorra sugli Stati Uniti. E Sollima, il golden boy de noartri, diventa il nuovo signore dell’entertainment italiano. Avanti così.

Articoli correlati

*

Top