Problemi di coppia?Ecco i pronto soccorso per disfunzioni sessuali

disfunzioni sessuali

Il primo centro aprirà a luglio a Napoli, seguiranno poi Milano, Modena e Bari. Urologi e ginecologi saranno a disposizione per colloqui, visite ed esami diagnostici attraverso cui identificare e poi curare i disturbi che minano la relazione

Problemi sotto le lenzuola? Se ne parla poco, perché pochi sono quelli che ammettono di averne. Meno ancora sono poi quelli che decidono di rivolgersi a un medico. Ma gli italiani alle prese con disturbi sessuali, che molto spesso compromettono la serenità di coppia, sono circa 16 milioni, tra uomini con problemi di erezione o di eiaculazione precoce e donne che hanno difficoltà a raggiungere l’orgasmo o provano dolore durante il rapporto. In loro aiuto arrivano in Italia i ‘pronto soccorso’ per la coppia, i primi Dipartimenti negli ospedali pubblici dedicati e specializzati alla sessualità di coppia, dove entrambi i partner possano trovare una soluzione insieme alle disfunzioni sessuali.

L’iniziativa, unica in Europa e tra le prime al mondo, nasce dalla collaborazione fra la Società Italiana di urologia (Siu) e l’Associazione ostetrici ginecologi ospedalieri italiani (Aogoi) e – assicurano Siu e l’Aogoi – non graverà sul sistema sanitario nazionale in termini di costi.  Il primo centro aprirà a inizio luglio a Napoli, presso il Policlinico Federico II, seguiranno poi a breve l’ospedale Niguarda di Milano e i policlinici di Modena e Bari. L’obiettivo è restituire serenità e benessere alle coppie in crisi per problemi legati alla sfera sessuale, problemi che sono molto spesso alla base di rotture e infedeltà , che determinano un 20% di separazioni  e che si stima siano causa di 20mila matrimoni bianchi. La novità è che la coppia viene gestita come un tutt’uno, dal momento che, secondo gli esperti, i disturbi sessuali ‘viaggiano’ insieme. Per prenotare una visita basterà quindi un solo ticket, ‘di coppia’ appunto. “I problemi del partner – spiega Vincenzo Mirone, segretario generale Siu  – inevitabilmente provocano effetti collaterali sull’altro, tanto che si può parlare di ‘coppie di danni’ e ‘danni di coppia’. I nuovi Dipartimenti per il Benessere di Coppia (DBC) riuniscono perciò gli specialisti della salute sessuale di lui e lei, gestendo la coppia come un tutt’uno. Perché se per esempio lui ha una disfunzione erettile, non è difficile che lei lamenti vaginismo o dolore durante la penetrazione. Quando lui soffre di eiaculazione precoce, lei quasi certamente avrà̀ problemi di anorgasmia”. “Proprio perché i problemi sono di coppia, per essere adeguatamente risolti devono essere affrontati considerando entrambi i partner, cercando di stabilire un dialogo profondo, empatico, e senza reticenze”, aggiunge Antonio Chiantera, segretario nazionale Aogoi. Ad aiutare le coppie in crisi ci saranno urologi e ginecologi, che, oltre a svolgere attività̀ educazionali, come la distribuzione di brochure informative, saranno a disposizione per colloqui, visite ed esami diagnostici attraverso cui identificare e poi curare i disturbi che minano la relazione. Tutte le informazioni sulle attività dei Dipartimenti e le prossime aperture sono disponibili sul sito www.dipartimentibenesserecoppia.it.

 

Articoli correlati

Un Commento

  1. sessuologo comportamentale said:

    quanto qui scritto prevede una cura multiprofessonale per problemi sessuali emersi in una coppia. TUttavia in almeno due capitoli del Manuale pratico del benessere (ipertesto editore con patrocinio club UNESCO) dove secondo anche quanto prescrive l’OMS i vari disturbi sessuali (maschili e femminili) si possono anche prevenire (non solo curare, quando sono curabili) mettendo in pratica quelle prescrizioni sessuologiche, consigli psicologici, informazioni naturopatiche ed esercizi domestici presenti nelle quasi 600 pagine del Manuale di “auto aiuto per vivere meglio”. Ciò per evitare al singolo e alla coppia di incappare in problematiche che ostano fare sesso felicemnete.

*

Top