Politics, la Bignardi chiama Paolini a dare una mano a (affossare?) Semprini

Gregorio Paolini

Per tentare di mettere una pezza alla penosa figura che Gianluca Semprini (fortemente voluto in Rai dalla direttrice Daria Bignardi) sta facendo con la sua insipida trasmissione Politics, la nuora di Sofri ha chiamato i rinforzi.

L’indiscrezione arriva da BlogoTv: si tratta di Gregorio Paolini, autore e produttore televisivo, che – curriculum alla mano – la volta che si è occupato di “cose serie” (come dovrebbe esserlo un programma di approfondimento politico) è stato con trasmissioni del calibro di Verissimo, Target, Ciro il figlio di Target, e altri capolavori di alto spessore.

Manco a dirlo, Paolini è una vecchia conoscenza della Bignardi sin dai lontani anni Novanta, quando la giornalista era alla sua prima esperienza come conduttrice di A tutto volume, altra pietra miliare della tv impegnata.

Paolini sarebbe stato chiamato per risollevare le sorti del programma di Semprini, in particolar modo per quanto riguarda “la sua confezione, la scalettatura e la parte editoriale della trasmissione”. Praticamente tutto. Insomma, Politics, da talk banale e noioso, potrebbe prendere quel gusto pecoreccio che tanto piace agli abbonati Rai.

Non è la prima volta che l’autore friulano collabora con Rai Tre: c’è il suo zampino anche nell’interessantissimo (e seguitissimo) programma di Concita De Gregorio, Fuori Roma.

Con queste premesse, ci viene il dubbio che le reali intenzioni della Bignardi siano affossare completamente Politics, Semprini e tutto il cucuzzaro, lavarsene le mani e passare al prossimo flop.

 

Articoli correlati

*

Top