Aggressione Monteverde: l’immigrato è ospite della tendopoli Cri

tendopoli

Quello che tutti sospettavano alla fine è stato confermato: l’autore della selvaggia aggressione alla signora Pina è uno degli ospiti della tendopoli.

E’ stato individuato e arrestato dai carabinieri il presunto autore della rapina con aggressione alla negoziante di via Rivaldi, nel quartiere di Monteverde a Roma, avvenuta lo scorso 27 settembre, Secondo l’Ansa si tratta di un senegalese di 24 anni ospite della tendopoli della Croce Rossa di via Ramazzini. Milza spappolata e poi asportata, tre costole rotte e un trauma cranico: questo è il tragico referto medico della negoziante, persona amata dai cittadini di Monteverde e che si era offerta addirittura di regalare un tè e un sapone, ovvero le cose che l’aggressore le aveva chiesto una volta entrato.

Le indagini sono state condotte dai carabinieri della stazione Monteverde, della compagnia Trastevere e del Nucleo investigativo di Roma. A incastrarlo un’impronta lasciata sul luogo della rapina. Recuperata anche parte della refurtiva che ammontava a 10 euro.

Un plauso alle forze dell’ordine è stato espresso dagli esponenti politici locali che da subito hanno seguito il caso e che nelle scorse ore hanno lanciato una petizione per lo sgombero della tendopoli.

Continua il silenzio inquietante da parte dell’ente responsabile degli spazi in cui è sorta la tendopoli. La Croce Rossa, oltre a giustificare l’utilizzo dei fondi (come è stato riportato su L’ultima Ribattuta i costi per gli spazi e per i pasti sono pressoché azzerati) ora è costretta a dare spiegazioni sui mancati controlli delle persone all’interno della tendopoli.

 

 

Articoli correlati

*

Top