ANAS, la Salerno-Reggio Calabria è davvero un bluff? Un po’ di chiarezza

Il presidente dell’ANAS, Gianni Vittorio Armani è amareggiato. A poco più di due mesi da quella che da tutti è vista come un’inaugurazione “fuffa” della Salerno-Reggio Calabria, i giornali stanno facendo a gara a chi la dice più grossa per screditare quella che finora è (stata) la più grande incompiuta del nostro Paese.

Il consiglio per tutti giornalisti i è solo uno: prendere la macchina e fare in prima persona il viaggio lungo la tanto contestata A3, invece di fare copia/incolla di quanto scritto e detto da altri, senza verificare. Perché, si sa, dietro ad ogni ostilità spesso ci sono interessi, politici ed economici. Quelli politici, ovviamente, sono condizionati da chi c’è al Governo. E i quotidiani si schierano pro o contro l’opera in base alla propria linea editoriale. Più banalmente, invece, quelli economici sono dovuti al fatto che con l’A3, in questi cinquant’anni, con la scusa dei cantieri infiniti, ci hanno mangiato in tanti.

Ma la verità qual è? Non potendo, almeno a stretto giro, seguire il consiglio del presidente Armani e percorrere la Sa-Rc, abbiamo comunque raccolto in un elenco tutte le “accuse” mosse dai giornali e abbiamo chiesto un riscontro all’ANAS, per tentare di capire come stanno le cose.

Collaudi non eseguiti, corsie ridotte, nessuna corsia di emergenza, cartellonistica ridondante, guardrail ad altezza ginocchio, limiti di velocità messi a caso, tratti di “assoluta pericolosità”, pochi interventi strutturali, molti di facciata. Questa, in estrema sintesi, la lista di “quello che non va” comparsa su molti giornali (non da ultimo, Panorama) che hanno semplicemente ripreso quanto scritto da altri, senza però verificare, come nel gioco del telefono senza fili.

«Le bugie fanno male al Paese» ha dichiarato Armani che, comunque, non ha voglia di alimentare polemiche commentando quanto apparso sui giornali. Pertanto, abbiamo chiesto informazioni ai suoi più stretti collaboratori, ai quali – per carità – non è che crediamo ciecamente, ma quantomeno è giusto dare ascolto, almeno finché non vedremo con i nostri occhi, a dicembre, in che stato ci verrà consegnata l’A3.

I COLLAUDI – L’accusa è arrivata da più parti: sulla Salerno-Reggio Calabria non sarebbero stati eseguiti i dovuti collaudi. ANAS assicura che i collaudi statici sono stati fatti. In particolare nelle gallerie (dove comunque serve, alla fine, il nullaosta dei Vigili del Fuoco) sono state fatte anche le verifiche georadar per individuare eventuali sottospessori e vuoti. “Le verifiche non hanno rilevato non-conformità“.

Ma anche stamattina si è insistito: il collaudo statico delle gallerie sul sesto macrolotto non è stato fatto. ANAS ha promesso che avrebbe verificato e così ha fatto. La segnalazione si è rivelata veritiera. L’azienda ha assicurato che prenderà immediati provvedimenti a riguardo.

Nel frattempo ha però confermato che manca il collaudo tecnico-amministrativo che, comunque, non è vincolante per l’apertura della strada. I tempi per quest’ultimo sono lunghi, non fosse altro che avendo tolto, Armani, la percentuale sui collaudi ora fa fatica a trovare “volontari”. In tanti, in ANAS, si sono arricchiti così. Tant’è che c’era la gara a chi ne faceva di più, magari al telefono, spesso non avendone nemmeno le competenze. Per non parlare della banda dei quasi centenari (leggi qui) che non aveva nessuna intenzione di mollare la presa. Ora che non ci sono più soldi da prendere, tutti si defilano. Tant’è che ANAS ha dovuto istituire un ufficio di coordinamento collaudi e precettare chi di dovere. Senza possibilità di rifiutare e senza dare un euro in più. Ma i tempi, comunque, restano lunghi.

PERICOLOSITÀ – Corsie ridotte? ANAS assicura che sono tutte da 375 cm. In alcuni tratti manca la corsia di emergenza? Sì, ma c’è comunque la banchina. Limiti di velocità messi a caso e segnaletica ridondante? Hanno assicurato che entro novembre sarà tutto a posto. E il guardrail “altezza ginocchio”? Confermato, in un breve tratto. Ma – giurano – si trova lungo un percorso privo di criticità. “La strada è sicura“.

I TAGLI – Anche quest’accusa è arrivata da più parti: per “far finta di” completare la Salerno-Reggio Calabria i costi sono scesi dai 3 miliardi di euro iniziali a 1,7. Dove si è andati a tagliare? ANAS assicura che non si è mai parlato di 3 miliardi. I soldi da investire per l’A3 sono sempre stati quelli. E sono stati usati con coscienza, intervenendo radicalmente nei tratti in cui c’era reale necessità e limitandosi all’ammodernamento laddove, invece, non era essenziale prendere immediati provvedimenti.

INTERVENTI “DI FACCIATA” – Quando Armani è arrivato in ANAS ha dovuto ridimensionare le idee faraoniche non giustificate (e giustificabili) da quella che è la reale funzione (e portata) dell’infrastruttura. Via Monzambano conferma: è stato investito 1 miliardo nella manutenzione per garantire una maggiore fruibilità dell’A3. Non sarà bellissima in ogni tratto, dicono, ma è comunque funzionale. E, sicuramente, un passo avanti rispetto a quanto avuto finora. Poteva essere più bella? Sicuramente. Ma si sarebbe dovuto aspettare ancora. Certo, ammettono, da Cosenza verso Lamezia Terme l’A3 diventa “meno moderna”, ma è comunque pratica e sicura. E quello basta, almeno al momento. Poi in futuro arriveranno nuove migliorie, come accade sul resto della rete autostradale.

Il 22 dicembre non ci sarà nessuna inaugurazione da fare. Nessun nastro da tagliare. La Salerno-Reggio Calabria sarà semplicemente, e finalmente, consegnata ai cittadini.

 

 

Articoli correlati

97 Commenti

    • Padreterno said:

      Aspetta la puntata della prossima settimana, quella con l’intervista al banfone armani……

  1. CentraleIpo said:

    Sono stata molto tempo sull A3. Esiste un impresa di Battipaglia che si occupa del Verde il cui Proprietario e suo figlio da anni hanno in scacco alcuni geometri ed ingegneri a capo di uffici e compartimenti.
    Questi sono i veri padroni dell ANAS! Tutti sanno… nessuno parla!!!

    • cool said:

      perché lo dici qui e non lo denunci nelle sedi opportune?, ti manca il coraggio?, tutti leoni dietro la tastiera, ti ricordo che non denunciando stai commettendo un reato

  2. italiano said:

    Come può qesta ANAS 3.0 sperare se il livello dei suoi funzionare è quello che mostrano diabolik salomone e padreterno
    la frustrazione. ……….
    le comari sanno essere un livello più alto
    scusatemi ma l’Anas la complicità tra sindacati e gli uomini ciucci/pozzi la stanno chiudendo e voi litigate a chi sa leccare meglio cambiate andate oltre

    • 22 ottobre said:

      Buongiorno a tutti, è la prima volta che mi permetto di scrivere un commento, volevo dare un contributo alla discussione democratica, che anima diversi soggetti.
      Volevo dire che quando si fa riferimento a qualcuno che commette degli “abusi”, di non specificare il “reato” che si commette, questo lavoro fatelo fare a chi è preposto, fatelo fare ai magistrati che lo sanno fare, perché nessuno di noi ha il diritto di dare sentenze affrettate o giudizi.Quindi se ritenete che qualcuno possa commettere delle illegalità, tipo quello che ha scritto che un dirigente utilizza l’auto aziendale per fini personali, di non specificare il reato (peculato, o truffa allo stato) ma di andare a denunciare il fatto agli organi competenti, saranno loro a stabilire quale sarebbe il presunto reato. Scusate l’intromissione saluti.

  3. Diabolik said:

    Per SALOMONE: intanto nessuno ti ha chiesto di fare l’avvocato del dirigente tale Padreterno 😁…e poi mi sembra proprio che sei nato lecchino e morirai lecchino dei….dirigenti. Evidentemente è il tuo modo di fare carriera. Io l’ho fatta solo con la mia competenza, preparazione, onestà e schiena dritta….e non ho da essere affatto invidioso di alcuno perché sono al top e tra qualche mese mi prendo (per merito) anche la Q ! 😋

    • Salomone said:

      Contento tu….. Comunque da come scrivi sei davvero rancoroso. È il fatto che diventi Q, non significa che sei bravo, ma solo che hai trovato il giusto lato B da “riverire” (ho scritto seguendo la logica che hai attribuito a me). Quanto a competenza, preparazione, onestà e schiena dritta, lascialo dire a chi lavora con te: forse sono più obiettivi e meno portati all’autocelebrazione, che è sempre una dimostrazione di frustrazione: “non me lo dice nessuno, allora me lo dico io”. Bravo comunque a esaltare te stesso e sminuire gli altri (è quello che hai scritto in questi giorni): sei proprio il prototipo del peggiore dipendente Anas che spero si estingua velocemente, se no, una azienda costruita su personaggi come te non sarà mai una cosa seria. Purtroppo. Comunque non sprecarti a ribattere: non risponderò ad altre provocazioni, perché credo tu sia un troll.

  4. Diabolik said:

    Ancora per PADRETERNO e più in generale per tutti i DIRIGENTI di Anas….una sola domanda: SENZA IL LAVORO DEI TANTI (E FESSI) QUADRI COME ME PRENDERESTE MAI IL PREMIO DI RISULTATO?…..perciò, per favore, più cresta bassa e maggior rispetto !!!!!

    • Salomone said:

      Caro Diabolik, credo che il Padreterno abbia ragione: sei un rosicone. Io sono un giovane quadro e credo che, dirigente o no, abbia scritto cose sacrosante e puntuali e le tue confutazioni sono ridicole oltre che, come al solito, generiche. Ad esempio quella sull’anonimato: se è possibile comunque risalire all’IP di chi scrive (come giustamente sottolinei), il tuo anonimato va comunque a farsi benedire, quindi parla chiaro, che comunque, se vogliono, ti sgasano in ogni caso. Quindi una maggior obiettività da parte tua sarebbe opportuna, no? Infine se il Padreterno è un dirigente, ben venga la sua presa di posizione: finalmente uno di loro che si esprime a chiare lettere, alza la testa (e non la cresta, secondo me) e manifesta un po’ di sano amor proprio (che solo uno stolto scambia per arroganza). E penso anche che abbia voluto dare anche una botta di ironia, visti i vari nickname utilizzati. Comunque mettendo a confronto i tuoi e i suoi commenti, direi che tu sei molto rancoroso e forse ha ragione a dire che sei invidioso, mentre lui mi pare uno che si è stufato di vedere sparare a zero su tutti i dirigenti da gente nell’ombra, che forse ha capito che le sue aspirazioni di diventare dirigente saranno stoppate per parecchio tempo, visto cosa sembra che ci attenda. Quindi caro diabolik prendila con minor astio e goditi la tua Eva, che è meglio. Se no, se ti acchiappano, rischi lo sputtanamento.

      • Diabolik said:

        Ancora per SALOMONE: visto che lo difendi, chiedi magari a Padreterno da quale santo (politico) si è fatto raccomandare per diventare dirigente…invece di fare un concorso con migliaia di concorrenti e vincerlo come me?

  5. Diabolik said:

    Per PADRETERNO: io ho scritto “messaggio per molti dirigenti”, non per TUTTI i dirigenti. Chi è onesto non si sente minimamente offeso…chi si offende forse ha la coscienza un po’ sporca….. Da come scrivi sei un Dirigente e già lo pseudonimo che hai scelto é indicativo di come vi ponete voi dirigenti rispetto ai vs dipendenti: un po’ di sana umiltà ed autocritica non farebbe male ai 159…!!!

  6. Diabolik said:

    RISPOSTA PER BABBONATALE E PADRETERNO: non è opportuno fare i nomi sul web perché l’anonimato non è assoluto. In caso di denuncia degli interessati per diffamazione o calunnia la Magistratura può facilmente risalire al device da cui il testo è stato scritto. Quindi mi dispiace ma io non farò mai i nomi che….conoscete tutti 😁😎

  7. Diabolik said:

    MESSAGGIO PER MOLTI DIRIGENTI:smettetela di usare le auto di servizio bianche e grigie per fini personali per andare\tornare dalle vostre residenze. É reato di peculato e truffa allo Stato…..del resto non siete dei poveretti…i vostri (super)redditi sono online

    • Padreterno said:

      Diabolik, il discorso fatto per Speranzoso, vale anche per te, come peraltro già scritto da babbonatale: fai i nomi! Se non ti fidi neppure dell’anonimato garantito dallo pseudonimo, vuol dire che sei solo un invidioso rosicone. È ora di finirla con accuse velate: in questo modo gettate discredito su tutti, pur di sfogare invidia e frustrazione. Siamo in 6.500 e ad essere messo nel mucchio da alcuni codardi, a me non sta bene. Io non ci sto ad essere infangato da omminicchi e quaqquaraqua’ che neppure a km di distanza e con lo schermo di un computer hanno il coraggio di parlare chiaro: non siete per niente meglio di quelli che indicate al pubblico disprezzo.

      • Addio Anas said:

        Padreterno,dal nome che ti sei messo sei un dirigente C’è chi ha denunciato l’utilizzo delle macchine aziendale come se fossero proprie, la Direzione Generale non ha preso nessun provvedimento.
        I dirigenti si proteggono l’uno con l’altro. Il codice etico vale solo per i non dirigenti.
        Nelle sue interviste, il presidente, si vanta di aver fatto pulizia con l’aiuto della magistratura, deve dire: a che cosa serve l’auditing? Perché deve aspettare la magistratura per prendere dei provvedimenti?

  8. Cocacola said:

    Ormai anche sul forum aziendale ci sono colleghi coraggiosi che segnalano problemi causati dagli uffici risorse umane delle sedi periferiche. Bravi 👍🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻 🏆.ormai la misura è satura!!! Governace tutta fate qualcosa … se volete dare una connotazione positiva alla riorganizzazione affrontate questo problema che tocca tutti i lavoratori da nord a sud prima che sia troppo tardi… ci stiamo rotti le palle di questa situazione di disuguaglianza di trattamento tra dipendenti da parte di altri dipendenti. Basta Anas di serie A e di serie B e C. Qualcuno intervengaaaaa

  9. Speranzoso said:

    Questo spazio viene letto da noi dipendenti ma anche dai dirigenti, facciamone buon uso segnalando cose che possono posso migliorare l’azienda invece di fare pettegolezzi.
    Ha ragione Blue, purtroppo negli uffici risorse umane sono imboscati figli di dipendenti e direttori Anas oltrechè amici di politici di turno…tutti senza le qualitá necessarie per ricoprire quel delicato ruolo(tutto verificabile dalla Dcros albero genealogico/operosità/ totale mancanza di riservatezza) e così quegli uffici diventano off limits per chi lavora con professionalitá. Un esempio noto in tutto lo stivale sta a Torino, dove la figlia di un noto direttore da poco in pensione era entrata come consulente esterna per il progetto SAP ma già predestinata a diventare la responsabile dell’ufficio risorse umane e quindi da allora quella posizione viene tenuta in Stan by. Ma in tutta Italia la situazione non é diversa ( BA FI VE NA AQ PE RM) i capi non hanno mai avuto il potere di intervenire su certe situazioni facendo passare la voglia di lavorare a noi comuni mortali.
    Ormai gli innumerevoli i commenti/sfogli su queste pagine sul comportamento non esemplare degli uffici risorse umane dovrebbe far riflettere un po’tutti, il problema c’è ed é noto a tutti…ora bisognerebbe correre ai ripari mettendo in quel ruolo personale di comprovata fiduci che garantisca un trattamento univoco per tutto il personale.
    L’immagine di Anas deve essere ripulita dalle pecche de passato prima di tutto agli occhi di noi dipendenti e questo processo di rinnovamento deve partire dalla sostituzione dei referenti territoriali risorse umane.Come facciamo a rispettare le regole se chi controlla è il primo ad infrangerle e a non contestare le effrazioni all’élite degli amici?
    Presidente, Direttore Rusciano, Capi Area tutti i dipendenti senza Anas nel DNA, senza santi in paradiso e con un po’ di sale in zucca Vi chiedono a gran voce, per il bene dell azienda un solo gesto tangibile a dimostrazione che stiamo andando verso un futuro migliore: un chiaro cambio di rotta sulla gestione del personale dipendente che oggi é troppo discrezionale e fuori dal controllo dei dirigenti periferici.
    #resettate le u.o. Risorse Umane e ricominciamo a costruire la nuova Anas 2.0 con fondamenta radicate in solidi principi di equità nel trattamento e regole certe per tutti, solo in questo modo riacquisiremo tutti fiducia nel sistema e ci sentiremo finalmente parte di un’unica vera squadra! Forza Anas!

    • Padreterno said:

      Speranzoso, non girargli intorno: fai nomi e cognomi, non allusioni da cagasotto che non si fida neppure dello pseudonimo. Se no, mi sa che non sai fare neppure il delatore, ma solo il rosicone invidioso. Coraggio, suvvia. E smettila di parlare a nome di tutti: parla per te, che le tue banali castronerie non sono in molti a condividerle…

  10. Deluso said:

    Una domanda ai sindacati:
    Possibile.che con la.scomparsa di alcuni uffici nei Compartimenti non c’è esubero di personale?

    • italiano said:

      A chi pensi di fare una domanda? Ai sindacalisti nazionali?
      Permettimi oltre che deluso sei pure confuso.
      A roma il sindacato ha altro a cui pensare (promozioni assurde , bonus che fanno piangere e cercare di far diventare ANAS una semplice scatola cinese)
      Il presidente Armani ha elaborato la riorganizzazione dell’azienda tutto da “SOLO” come è stato fatto in RAI
      20 di Mussolini 20 di Berlusconi ci mancava Renzi con il renzismo meglio le sette piaghe d’Egitto

  11. Antilope Kobler said:

    MESSAGGIO PER ROBIN HOOD: siccome sei certamente una persona ben informata e vicina al Presidente o comunque ai Top Manager(altrimenti non avresti potuto prevedere con un mese di anticipo che proprio il 4 ottobre sarebbero stati firmati e protocollati gli ordini di servizio per le macro-aree), perchè non ci aggiorni sulle prossime nomine in D.G. degli attuali Capi Compartimento non ricompresi nell’O.S. di preposizione nelle macro-aree ???

  12. Vergognoso said:

    Gli uffici risorse umane dei Compartimenti periferici devono chiudere tutti i malesseri e i problemi escono da loro. Vanno tutti sostituiti!!! Help us. aggiornate le rubriche telefoniche con i veri incarichi delle persone non quelli di 10 anni fa. Vergogna

    • blue said:

      Io mi ero proposta ma non mi hanno voluta… Se lavori tanto e bene poi emerge l’incapacità e la svogliatezza di tutti gli altri e questo non va bene… Meglio restare in un angolo.. Al proprio posto…

    • rosso said:

      Si caro vergognoso hanno fatto togliere l’indennità di zona ma non a tutti, solo a quelli che non erano vicino a loro. Inoltre a chi avrebbero dovuto ridarla ancora niente. Così si inaspriscono gli animi

  13. italiano said:

    In tema di Lewinsky Monica
    Una volta i lider della sinistra si davano più vicini alla comunista russia mentre quei capi popolo della destra alla capitalistica usa
    Oggi renzi si è fatto sponsorizzare dal presidente usa “un si per distruggere l’Italia “

  14. OSCAR said:

    Caro diabolik, se vieni in uno DEI TRE uffici ANAS del sud italia ti renderai conto del postribolo che esiste…
    avere l’amante in ufficio è un dogma.
    single che puntano lo sposato di turno…
    divorziate che puntano lo sposato di turno…
    tutto dalle ore 17,30 in poi oppure dalle ore 13.45 alle ore 15…
    e poi ci sono io che con una laurea vera sono rimasta ad essere un semplice livello B solo perchè sono fedele a mio marito!

    • italiano said:

      Felice della tua moralità ma secondo me questo spazio dovremmo utilizzarlo coma spazio di denuncia del mal costume che crea danno all’anas gli sfoghi sessuali rimangono un qualcosa di personale. Ogniuno segue una proprio morale e quello che dici pensi che succeda solo in anas?
      Lewinsky Monica ti ricorda qualcosa?

    • Diabolik said:

      OSCAR (però sei sei donna, sarebbe più opportuno un nome femminile :-) ) prima o poi con la laurea emergerai come credo che meriti, e tu potrai andare a testa alta, mentre le zoccole resteranno sempre zoccole.
      W l’Anas delle persone serie !!!!

  15. Budget said:

    HELP……. HELP……… HELP PRESIDENT…. VERY DANGEROUS IN THE COMPARTIMENT OF TRIESTE!!!!!

  16. italiano said:

    Pilu e cemento u ponti terminologia di un tempo che fu.
    oggi c’è il restyling “cazzu cazzu iu iu ”
    Una volta si sarebbe detto “na manu i pittu” traduco pei i meno dotti “una rinfrescatina con in po di pittura per nascondere le macchie”
    Presidente oltre al restyling di quei pochi metri di autostrada ha disposto lei anche la classica mano di pittura per le aree di servizio ?
    facciolla sei vicino e dacci una occhiatina.

  17. Diabolik said:

    Pilu e cemento, cemento e pilu…vagonate di pilu…quello delle tante zoccole assunte all’Anas da Pozzi in poi…ora diventate le belle statuine di Direttori e Capi Compartimento, dispensatrici delle loro grazie ed incassatrici di livelli!!! Magistratura se ci se batti un colpo!!!

  18. italiano said:

    Cazzu cazzu iu iu
    eccetto la qualunque ha ispirato il governo renzi con il sistema ti prometto ma con il caz… che ti do.
    togliamo equitalia e chi riscuote da domani?
    “La nuova ignazio salvo esattoria” magari con a capo un bravo economista vicino all’etruria
    Faremo il ponte cazzu cazzu iu iu ma di pilu diceva il grande eccetto e renzi cosa dice?
    faremo il ponte ma senza pilu non è credibile manca il pilu
    riflettere che oggi “bella ciao “la cantani RENZI MATTEO ELENA MARIA BOSCHI GIULIANO POLETTI GRAZIANO DELRIO
    IL DIRETTORE DI QUESTO CORETTO IO CI METTEREI IL SIG. SILVIO BERLUSCONI
    La fine del patriottismo e dell’orgoglio di essere ITALIANO
    Meglio in Congo

  19. babbonatale said:

    Buonasera a tutti. Diciamolo e diciamocelo Armani è stato un flop. Non ha capito come muoversi e non è in grado di gestire ANAS. Non credo sia necessario aggiungere altro.

    • Padreterno said:

      Caro babbonatale, è da luglio dell’anno scorso che qualcuno evidenzia che il banfone Armani è inadeguato: uno che arriva e per prima cosa cerca una nuova sede per la direzione generale, non ha bisogno di tante altre cose per far capire il suo spessore. E le dichiarazioni successive (“non mi fido di nessuno”), l’acquisto di dimissioni da dirigenti che sarebbero andati in pensione pochi mesi dopo, le assunzioni dei suoi giovani e inesperti scudieri sono conferme che a qualcuno che interessatamente continuava a difenderlo, non erano sufficienti a capire quanto inadeguato fosse. Ora si scopre l’acqua calda. Complimentoni! Ma i danni ormai sono fatti, sebbene non siate ancora a conoscenza di tutto quanto ha combinato. Per recuperare immagine, funzione, autonomia, professionalità e rispetto, dieci anni non saranno sufficienti, purtroppo. E ora i leccalatoB, che non hanno viste soddisfatte le loro aspettative, cominciano a spandere melma… Peccato sia troppo tardi e i danni sono ormai fatti. Un pregio va comunque riconosciuto al banfone Armani: è un bravo giocatore di poker, peccato che Anas non sia un tavolo verde, anche se troppi bari e biscazzieri si sono seduti negli anni a questo tavolo.

  20. tonfo said:

    Certo che per Armani la Legge Anticorruzione che impone la rotazione dei Dirigenti sembra non valere. Il Dirigente Amministratore di Milano è li da 11 anni.

    • Diabolik said:

      Armani e la sua banda, con la proposta di nuova classificazione del personale presentata (si fa per dire…….) ai sindacati in questi giorni, ha solo l’obiettivo di declassare i Quadri attuali (A1 e A) ad impiegati…..e nominare con la solita “discrezionalità” quadri apicali (Q)i raccomandati leccaculo. Ragazzi occorre organizzarsi e reagire a questa restaurazione fascista…..scavalchiamo i sindacati perchè essi ci hanno già venduto tanti anni fa (in cambio delle assunzioni dei loro parenti). Se restiamo solo a guardare ci fottono!!!!

  21. pasquino said:

    A verità – 12 ottobre 2016 said:

    Buonasera a tutti,
    innanzitutto bisogna ringraziare giusi per lo spazio libero e democratico che ci dedica sul giornale.
    E’ indubbio che i lavori previsti sull’A3 SA/RC entro il 22/12/2016 erano di restyling e non di ammodernamento, quindi diamo a Cesare quel che è di Cesare.E’ indubbio inoltre che le scelte fatte (Accordo Quadro) per effettuare i lavori sono sicuramente sbagliate e prive di una benché minima esperienza nel settore dei lavori pubblici. Oggi per effettuare un Progetto Esecutivo e la relativa gara d’appalto sicuramente ci vogliono dei mesi. Quando si è deciso di l’Accordo Quadro come tipologia di gara per i lavori sopracitati era ormai tardi, visto la data del 22/12/2016 scelta dal Premier Renzi; oggi siamo al 10/10/2016 e nessun Verbale di Consegna lavori è stato sottoscritto. Fermo restando tutti e due i Dirigenti Ing. Marzi (capo Compartimento) e Ing. Nocera (Dirigente Tecnico) sono stati promossi nonostante abbiano ricevuto un avviso di garanzia !!!!!!
    In questi mesi non si è prodotto un Progetto Esecutivo ma solo schede con dati e numeri da inviare a Roma per l’approvazione. Perfetto direi!!!!!
    Vi invito a leggere la normativa per la redazione di un Progetto Esecutivo e valutate il tempo da impiegare. In un altra azienda questi due Dirigenti sarebbero stati rimossi per manifesta incapacità, anche perché qui ci mette la faccia il Presidente del Consiglio non un pincopallino qualsiasi.
    Purtroppo questa è l’azienda che speravamo di avere con l’avvento dell’ing. Armani, ma così non è stato; ci ritroviamo un sistema vecchio, privo di ogni minima regola del buon fare e del buon sapere.
    L’ing. Armani disse a Report non mi fido di quello della porta affianco !!!!! ?????? ed invece si sta fidando di una classe dirigente arrivata lì solo ed esclusivamente per raccomandazioni politiche, senza un minimo di esperienza professionale e manageriale.
    Si è fidato di questi incompetenti per promozioni e premi …. altro che non mi fido
    Faccio il tecnico da 25 anni e vi posso assicurare che già da parecchi anni almeno dieci, non vedo un Dirigente discutere di una Progettazione o non lo vedo su un cantiere a sporcarsi le scarpe.
    Povera ANAS !!!!m

    • pasquino said:

      Riportare le parole di “a verità ” per aiutare tutti a riflettere cosa sta succedendo in calabria?
      carissimo “a verità ” le tue parole pesano come un macigno ma ……….. i grandi non ascoltano.
      pensavo di aver visto tutto in anas ma ieri penso si è toccato il fondo un ragioniere ispettore di cantiere.
      non sarà un modo per togliersi dalle scatole l’ultimo grillino rimasto a denunciare il peggio quotidiano?
      Dal 4°piano al 2°piano della sede di cosenza ci saranno circa una 10 di tecnici che potrebbero assolvere sicuramente meglio e bene il compito di ispettore di cantiere .

      • rosso said:

        Voglio approfittare per fare anche io gli Auguri al Ragioniere che ha avuto l’incarico di ispettore di cantiere. Ceero che siete messi male, non trovare un geometra… A proposito Italiano ho saputo che qualcuno in alto si è arrabbiato per quello che avere scritto tu e Pasquino. Ma perché se la prende tanto? Ahahah

  22. incazzato di più said:

    Caro Diabolik non capisco chi intendi quello che intendo io è un grande cazzaro spara balle. adesso non so se il tuo sia uguale.Saluti Diabolik esiste la provvidenza questa gente pagherà tutte le angherie fatte alla gente onesta.

  23. A verità said:

    Buonasera a tutti,
    innanzitutto bisogna ringraziare giusi per lo spazio libero e democratico che ci dedica sul giornale.
    E’ indubbio che i lavori previsti sull’A3 SA/RC entro il 22/12/2016 erano di restyling e non di ammodernamento, quindi diamo a Cesare quel che è di Cesare.E’ indubbio inoltre che le scelte fatte (Accordo Quadro) per effettuare i lavori sono sicuramente sbagliate e prive di una benché minima esperienza nel settore dei lavori pubblici. Oggi per effettuare un Progetto Esecutivo e la relativa gara d’appalto sicuramente ci vogliono dei mesi. Quando si è deciso di l’Accordo Quadro come tipologia di gara per i lavori sopracitati era ormai tardi, visto la data del 22/12/2016 scelta dal Premier Renzi; oggi siamo al 10/10/2016 e nessun Verbale di Consegna lavori è stato sottoscritto. Fermo restando tutti e due i Dirigenti Ing. Marzi (capo Compartimento) e Ing. Nocera (Dirigente Tecnico) sono stati promossi nonostante abbiano ricevuto un avviso di garanzia !!!!!!
    In questi mesi non si è prodotto un Progetto Esecutivo ma solo schede con dati e numeri da inviare a Roma per l’approvazione. Perfetto direi!!!!!
    Vi invito a leggere la normativa per la redazione di un Progetto Esecutivo e valutate il tempo da impiegare. In un altra azienda questi due Dirigenti sarebbero stati rimossi per manifesta incapacità, anche perché qui ci mette la faccia il Presidente del Consiglio non un pincopallino qualsiasi.
    Purtroppo questa è l’azienda che speravamo di avere con l’avvento dell’ing. Armani, ma così non è stato; ci ritroviamo un sistema vecchio, privo di ogni minima regola del buon fare e del buon sapere.
    L’ing. Armani disse a Report non mi fido di quello della porta affianco !!!!! ?????? ed invece si sta fidando di una classe dirigente arrivata lì solo ed esclusivamente per raccomandazioni politiche, senza un minimo di esperienza professionale e manageriale.
    Si è fidato di questi incompetenti per promozioni e premi …. altro che non mi fido
    Faccio il tecnico da 25 anni e vi posso assicurare che già da parecchi anni almeno dieci, non vedo un Dirigente discutere di una Progettazione o non lo vedo su un cantiere a sporcarsi le scarpe.
    Povera ANAS !!!!

  24. Delfino Curioso said:

    Giunge voce dalla DCRO che le aree territoriali con i Capi in partenza stanno cercando di emettere ods inventando nuove figure professionali di alto livello non rispettando il CCNL solo per sistemare amici di politici amici e anche amici di imprese amiche! Milano, Bologna, Trieste, Ancona e Torino stesse prassi…vergogna siete deontologicamente, professionalmente, moralmente e socialmente incompatibili con il ruolo di dirigente Anas 2.0. E i sindacati🤔 Mandano la Pubblicitá e aspettano il carosello delle 20.30 per riscuotere i propri 🏅🎖 premi mentre Rusciano riposta in pace 💤😴 amen! A soffocare la messa per i buoncristini padre Barone 🙏🏻 con i suoi chierichetti 😇 Figli di dipendenti, direttori e ispettori della vecchia Anas assegnati agli uffici amministrativi con crescita professionale programmata, incontrollabile e alla faccia della meritocrazia che appare chiara solo sugli slogan della nuova cartellonistica aziendale. Ma perché nessuno controlla 🕵 Ma perché i sindacati regionali sono ormai semplici zerbini dove i capi si puliscono 💩💩💩. Cosa ci aspettiamo dal nuovo contratto!?! Il peggio!

  25. Il Milanese Imbruttito said:

    Ué baluba degli slalom Balilla, fai poco il fenomeno e sta sü de doss … Qui la situazione è very serious e pericolous e io mi sono ritirato per salvare le ciapette appena saputo che nelle cartellette le sciure del cda avevano scritto DEAD NORD privilegiando il sud per colmare il GAP con il nord… È una giargianata pazzesca nominano al nord ovest il very old nonno di Heidy e lo circondano da pivelli di prima nomination, ci stanno rovinando ( ne è la prova che la corsa ai posti di responsabili è finita, Milano non più the best) la figuraccia sarà epocale nemmeno Peater a cavallo di Fiocco di Neve ci salverà… E al Wild Nord est la situazione non è migliore così il condottiero ex geometra di lungo corso non riuscirà a salvare quell’area visto che dovrà vigilare su Sancho Panza, aiutare il CC di Trieste impaurito dalla penna e tenere a freno le madamigelle della sua corte. Addios Belli, in questo mood mi allaccio le cinture di sicurezza, premo a tavoletta il freno e va a da via i ciap aspetto il ritorno di Hypster con un carico di ‘ nduja …chi mi ama mi segua!!!

  26. Giustizia said:

    MI CHIEDO……… DOVE SONO LE ISTITUZIONI, I SINDACATI A DIFESA DEI LAVORATORI ONESTI SOGGETTI A MOBBING SUL LAVORO?!? PERCHE’ NON SI APPLICA UN CODICE ETICO……SE ESISTE.

  27. incazzato di più said:

    Caro Ing. Prisco tra i prossimi suoi sottoposti arriverà uno tutto fico e grande saputello che le farà subito guerra. Perché lui è proprio così, non si fidi lo faccia lavorare e zitto .

    • Diabolik said:

      Vuoi vedere che il saputello coincide col fou ?!😁 povero capo macro-area !!!!!

  28. italiano said:

    Grazie per gli auguri
    Se rompere le palle è dire le cose sono 30 anni che le dico
    qualcuno e finito nelle patrie galere magari con il figlio ma una cosa mi si deve riconoscere la cazzonagine di non accettare il compromesso.
    Nel tempo di oggi
    contestato il piano neve e a gennaio dopo cha anche Barack Obama sapeva che tra la seconda e terza settimana arrivava una bruttissima nevicata non aggiungo altro il risultato è da tutti ricordato.
    altre centinaia di cose dette nel silenzio di tutti e tutto
    il chiedere come si gestiscono le gare perché ripeto sono ignorante ma cerco di capire nessun segno
    qui non basta Padre Pio da pietralcina ma Spagnuolo da Cosenza
    una cosa la farò cercherò di aderire a qualche rotari o a qualche setta per avere riconosciuti i miei diritti

  29. Alberto Tomba said:

    É mancato all’affetto dei suoi followers il milanese imbruttito, svanito nelle nebbie lombarde. Ne danno il doloroso annuncio Cappuccetto Rosso , il lupo, l’antilope , Arlecchino, Heidi Robin Hood Pippi calze corte e tutti i loro cari.

  30. italiano said:

    Egregio Presidente Armani e carissimi contribuenti italiani ho un grave problema non capisco le scelte fatte in merito alla riorganizzazione
    capisco che trovare qualche ingegnere strutturista in anas è difficile ma in calabria confermari uno dei responsabili ..del disastroso genneio 2016 ,piano neve, permettetemi è da masochisti
    Non sarebbe meglio promuoverlo come l’altro ingegnere coinvolto e rinviato a giudicio che per giusto premio lo si porti in
    direzione con la sperando che li tra tanti ………… si mimetizzano meglio?
    e non mi dilungo nel modo comico che gestiscono l’ufficio da turni h24 con un singolo dipendente alla gestione degli incarichi
    presidente li rimuova per il bene dell’azienda

    • pasquino said:

      Il rinvio a giudizio per la neve è il meno carissimo italiano
      il Presidente Armani saprà della comunicazione Anas che contestano procedere attuate nel 5°macrolotto con richiesta di risarcimento milionario a chi domani si porterà a via Monzambano ?
      Speriamo che velecemente arrivino i controlli anche su i lavori dal km 146,00 al km 0,00 per i non pratici zona Potenza/Salerno
      Sicuramente il capitolato sarà stato rispetrato alla lettera.
      Il contratto cosa prevedeva ?
      cosa è stato fatto?
      Non ci vuole cantone ma spagnolo che faccia quello che ha fatto a vibo valentia
      un augurio ad italiano tu rompi i cogl…. e i dirigenti ti hanno nominato ispettore di cantiere sei un mito
      solo questa dirigenza calabrese può nominare un ragioniere ispettore di cantiere mentre utilizza geometri per controllo schede carburante e ispettori di cantiere utilizzarli come assistenti di nucleo (sorveglianti)
      Dott. Rusciano intervenga a bloccarli prima che distruggano quel poco che ancora resiste al mal governo regionale

  31. italiano said:

    Scasatemi ma se sono stati trombati per confermare i rinviati a giudizio che speranze si possono avere

  32. italiano said:

    Novità stanno preparando il piano neve sulla Sa/Rc e per non ripetersi, ma si ripeteranno, iniziano con il super potenziare il reparto macchinari 2 dipendenti geometra livello A1 un perito livello A1 TOTALE 3 A1.
    ma a roma il capi del personale non sarà sicuramente a conoscenza di questa allegra gestione?

  33. IoSoCheTuSaiCheIoSo said:

    A quando gli ordini di servizio dei “trombati”? A quando la riorganizzazione degli uffici nelle macro aree e lo spostamento del personale?

  34. italiano said:

    Egregio Presidente Armani e carissimi contribuenti italiani ho un grave problema non capisco le scelte fatte in merito alla riorganizzazione
    capisco che trovare qualche ingegnere strutturista in anas è difficile ma in calabria confermari uno dei responsabili ..del disastroso genneio 2016 ,piano neve, permettetemi è da masochisti
    Non sarebbe meglio promuoverlo come l’altro ingegnere coinvolto e rinviato a giudicio e spostato in direzione sperando che li tra tanti si mimetizzano meglio
    e non mi dilungo nel modo comico che gestiscono l’ufficio da turni h24 con un singolo dipendente alla gestione degli incarichi
    presidente li rimuova per il bene dell’azienda

  35. Diabolik said:

    Ing.Prisco non la invidio : c’è un pazzo tra i suoi prossimi diretti sottoposti

  36. Gennarino Parsifal said:

    Cara Giusi, perdonami ma c’è qualcosa del tuo articolo che mi suona davvero stonato. Come sarebbe che non puoi, almeno a stretto giro, andare a verificare di persona lo stato dei lavori? Ma il lavoro dei giornalisti è pubblicare notizie previo verifica o raccogliere pettegolezzi e sfoghi di gente incazzata a vario titolo?

  37. italiano said:

    In attesa che i “trombati” trombino di nuovo ho una proposta per il presidente Renzi per recuperare un po di voti un bonus a tutti i possessori di animali domestici anche 50,00 euro .

  38. italiano said:

    “Carissimo “terrone
    che l’ ing. Armani sia una brava persona nessuno lo discute ma anche tanti uomini anas sono persone oneste che meritano stesso giudizio.
    In merito alla riorganizzazione sinceramente vorrei solo capire chi ha deciso i nomi.
    Il grillo che c’è in me sussurra che c’è stata un brutta mediazione nel consiglio giorno 3 u.s. e il presidente abbia dovuto cedere qualcosa al grande mediatore Catanese.
    Tirando le somme
    bicchiere mezzo pieno per i pozziani/ciucciani
    bicchiere mezzo pieno per il catanese
    al presidente la cartina

    • cotillon said:

      nessuno dice che sia disonesto, diciamo solo che è riuscito a fare peggio di Ciucci. In buona fede, di questo siamo convinti

  39. Noi, voi, essi said:

    TERRONE, il Presidente ormai ci conosce bene. Ma anche lui ha vicino grilli parlanti che nn si lasciano sorpassare. Armani nn si fida di nessuno e questo gli costerà tutte le difficolta’ possibili. Nn gliene frega nulla, tanto fra 6-10 mesi potrebbe andarsene. Sta perdendo tempo così come hanno fatto fino a questa settimana i Dirigenti, almeno fino a quando nn sono uscite le carte geografiche fatte da Anas e dai Sindacati (identiche…). Ora, se nn arriveranno gli OdS per il cimitero degli elefanti trombati, nn si muoverà ancora nulla per qke settimana. Nel frattempo c’è chi sposta l’attenzione su fatti locali… hai ragione. Armani, se vuole, può chiamarci quando vuole. Glielo abbiamo detto dall’inizio che lo vogliamo aiutare, ma nn si lascia aiutare. Se vuole possiamo aiutarlo ad asfaltare tutti gli uffici ‘seriamente’… Passo e chiudo!!!

  40. Terrone said:

    ARMANI SIAMO CON TE. Lasciatemi liberare un po’ la fantasia. Dal momento, che per la prima volta nella storia recente di Anas, le nomine, nonostante il braccio di ferro del week-end, non hanno soddisfatto “quell’Anas vecchia maniera” (vedi ribattuta del 05.10 “Manovre ostacolate con le unghie e con i denti”), si “stimola” un articolo – ANAS, la Salerno-Reggio Calabria è davvero un bluff? Un po’ di chiarezza – forse con il fine (non dichiarato) di far presagire al Presidente che senza della loro gentile collaborazione, si aprirebbero per il futuro scenari funesti.
    Del resto costoro avevano giocato già di anticipo riposizionando alcuni “fiduciari” in posti chiave nei vari Compartimenti (o meglio dove la manovra Capi Compartimento amici e compiacenti l’hanno consentita).
    Dopo la pubblicazione dell’articolo, gli sarà venuto qualche dubbio, ed allora per creare un diversivo e buttarla in “caciara” e creare un diversivo, tramite un qualunque italiano, lanciano nell’Arena nomi della politica calabrese, come fa il flipper quando spara palline a raffica al raggiungimento del bonus.
    Nel fare tutto ciò, qualcuno si scopre troppo, con grande disappunto, “ma sempre col sorriso stampato in faccia”, da parte di chi aveva immaginato un altro finale per .
    Vate hai fatto tante precisazioni non richieste e non hai però risposto alle domande domandate. Nessuno ha detto che “quelli vecchi non erano buoni”, anzi bisognerebbe richiamarli in servizio.
    Su una cosa siamo d’accordo con Giusi, il Presidente “Non è abbastanza scafato per gestire un’azienda piena di SQUALI come Anas”.
    Presidente se ritiene opportuno, se ha bisogno, chiami gli esperti in caccia grossa agli “squali”, siamo pronti a portarglieli a Monzambano, perfettamente innocui come tanti “cacciuttielli”.
    Potrebbe essere andata così? No è solo fantAnas.

  41. Terrone said:

    Ho dimenticato il “virgolettato”, d’altronde anche Babbonatale ha barba e capelli finti e non tutti credono che dispensi regali.

  42. italiano said:

    Secondo punto
    sono un anas vecchia maniera
    l’Anas che pensava alla soluzione delle problematiche
    l’Anas dei sorveglianti con bassa scolarizzazione ma che amavano il loro lavoro
    l’Anas del geometra
    l’Anas che i grandi ingegneri assunti in questi 20 anni hanno distrutto perché paurosi del confronto
    non cadiamo nel barbaro gioco della calunnia “quelli vecchi non erano buoni”
    Leggiamo le cronache

    • Io said:

      Appunto, ma non distraetevi dalle cronache dell’Anas. Cos’è successo in queste ultime due settimane a Cosenza? Strani movimenti lungo i corridoi…

  43. italiano said:

    Sempre a te carissimo terrone
    io mio attuale stato politico?
    Libero non iscritto a nessun gruppo perché i partiti non ci sono più,
    Secondo il mio più stolto pensiero il PD , che qualcuno colloca a sinistra, è il bruttissimo movimento nato dalla fusione dei brutti anatroccoli neri che non diverranno mai cigni.
    la sinistra italiana era cosa seria fatta da gente di indubbia moralità e elevati valori sociali oggi ………………….
    Per il problema dei nemici dire quello che si pensa non è peccato ma penso che la pensino tanti calabresi come la penso io e dopo tutto sto pensare basta .

  44. italiano said:

    Primo punto
    caro terrone il ministro Delrio non ha proferito un emerito ca….. in merito ai lavori che non si faranno perché impegnato in qualche festa patronale in giro per la bella calabria, come quando da sindaco partecipò alla festa a Cutro ??????????

  45. Babbonatale said:

    “Terrone” che fai? Copi un pezzo di Antonello Caporale apparso su il fatto quotidiano.it il 7 ottobre? Se non sei lui, almeno dici qualcosa di tuo

  46. antilope kobler said:

    Aò….ma ci interessano più le stronzate sulla SA-RC o l’istituzione delle macro-aree imposte dal motu-proprio dal Presidente, con i sindacati zitti in un angolo come i cagnolini più mansueti che ci siano? e guardate che non possiamo ignorare la questione come se riguardasse sempre gli altri…………..stavolta si rischiano tagli e mobilità selvaggia, specie nell’ambito delle singole macro-aree e specie per gli amministrativi

  47. antilope kobler said:

    Ma era evidente già dal momento dell’annuncio, per noi del settore, che il 22 dicembre sarà la solita parata di Stato….solo annunci e tagli di nastri in tv….ma in realtà per completare la SA-RC ci vogliono ancora anni e tanti, tanti quattrini ancora…………..

  48. Terrone said:

    SE IL PREMIER ha una confidenza approssimata con la verità, invece non si può dire la stessa cosa per il suo ministro delle Infrastrutture. Ma quando fu data la notizia, Delrio curiosamente non fiatò. Non disse quel che sapeva, e cioè che alcuni tratti della rete autostradale non erano stati neanche messi in cantiere per assenza di quattrini. Nel silenzio lasciò che alla stampa fosse venduta una notizia parziale, fosse annunciata per compiuta l’i n c o m pi u t a , trasformando la A in B, il sopra in sotto.
    Adesso c’è da dire una cosa: per il Sud, Delrio s’è dato da fare più dei suoi colleghi. Ha sbloccato i lavori per l’hub dell ‘Alta velocità ad Afragola e finanziato il tratto ad Alta capacità Napoli-Bari. Quel poco che poteva l’ha fatto. Comunque ha dovuto lasciare la Sicilia con i ponti a mezz’aria, le strade franate, le autostrade interrotte e in Basilicata la Basentana, l’unica via che la attraversa, allo stato di colabrodo, in Calabria la famigerata statale ionica in un cantiere interminabile.
    Il Ministro Delrio poteva fare suo il motto sudista: amici, senza soldi non si cantano messe!
    Invece, petto in fuori e barba in ordine. La settimana scorsa l’annuncio del presidente del Consiglio che una nuova ora è scattata, ed è quella giusta per la costruzione del Ponte sullo Stretto. Nello stesso discorso la conferma che il prossimo 22 dicembre si concluderà la decennale ristrutturazione della Salerno-Reggio Calabria. L’ultimo cantiere chiuderà i battenti e quel giorno la grande opera si inaugurerà.

  49. Terrone said:

    Vate Italiano, non tirare nel mucchio, rischi di farti dei nemici gratuitamente.
    Per tua tranquillità non sono ‘giccione’ e nemmeno il suo portavoce. Ma tu piuttosto, chi sei? Da come ti inalberi hai l’aria di un sindacalista, magari la prossima volta non ti sbottonare, altrimenti in troppi iniziano a capire.
    Ma piuttosto se come penso tu non lavori per Anas, per chi lavori effettivamente? Chi è il tuo mentore in alto loco? Sei anche tu per caso tra color che ‘affilando nell’ombra le spade’, giuraron o ‘fratelli sul libero suol o compagni sul letto di morte’?
    Ma se anche fossi giccione, come sostieni, cos’è che ti disturba così profondamente?

  50. italiano said:

    Il carissimo consigliere regionale dove stava quando il Presidente Ciucci incontrava il presidente della provincia di cosenza oliverio?
    passeggiava forse su corso mazini criticando il sindaco occhiuto per le opere del museo all’aperto?
    Che peccato arrivare in ritardo e non capirci più nulla

  51. italiano said:

    Bla bla bla
    le parole stanno a zero
    Mentre il PD Calabrese si gode le ultime fittoriose e sonanti sconfitte elettorali tra il meno votato minniti e la bella covello e il principiano magorno lo sconfitto cosentino giccione inizia la caciara contro armani e renzi……..
    è giusto solo da pochi decine di mesii si è saputo che i lavori nel tratto cosentino dell’A3 non si sarebbero fatti da un decennio si sa che gli ultimi 12 km verso reggio calabria già pagati non si faranno
    ed io oggi diventato ommo mi indigno e ululo alla luna.
    l’Anas è quello che voi piccoli politici avete voluto e preteso dalla sua nascita
    Una rivolta popolare servirebbe ma visto che nel nostro diennea non c’è il gene del rivoluzionario ma solo quello santo e navigatore continueremo a prendercela in culo

  52. ecchecaxxo said:

    Ingegneri, assunti in ANAS come ingegneri, che prendono lo stipendio da dirigenti e che vogliono l’incentivo per fare gli ingegneri. I coordinatori per la sicurezza non prendono lo stipendio da dirigenti, non prendono alcun incentivo e hanno le stesse responsabilità penali se qualcuno muore o si fa male in cantiere. Perché sono tecnici, per lo più geometri assunti giustamente per fare i tecnici. Per cosa pensate di essere stati assunti voi ingegneri nonché dirigenti se non per svolgere la mansione tecnica della vostra qualifica? Se non vi sta bene il trattamento economico di ANAS perché non ve ne andate gentilmente fuori dai coglioni?

    • ciao a tutti said:

      In ogni amministrazione o società o impresa, DL, progettista e collaudatore hanno un incentivo, riconosciuto dalla legge.
      E’ normale che sia cosi e anche giusto. Il Direttore dei lavori di un’opera da 50 milioni di euro non si assume le stesse responsabilità di un altro ingegnere (assunto come ingegnere, come piace dire a te) che fa altro (tipo gli espropri o gli accessi o quello che vuoi tu).
      Il problema che valutate ogni cosa solo in base ai benefit che comporta….io sarei felice di prendere lo stipendio base e lasciare a te o a chi li vuole incentivi (e responsabilità penali).

  53. Letizzetto said:

    Ma allora se la Sa Rc, presenta tutte queste anomalie, mancanza di collaudi, importi lavori decuplicati, qualità delle opere …..come mai che invece il Responsabile Tecnico Nuove Costruzioni viene invece promosso in Puglia?

  54. Terrone said:

    MA IL MEZZOGIORNO è carta straccia, inutile appendice, terra di conquista per gli acchiappavoti e i malfattori, luogo di
    clientele storiche. Cosicché i cittadini di questa regione neanche meritano di conoscere la verità (l’assenza di quattrini). Con il referendum alle porte il sapore propagandistico di una scelta fino a ieri negata, di una ragione capovolta (senza quattrini per i
    due tronchi incompleti dell’autostrada e invece con i quattrini
    per il Ponte), di una logica che si adegua alle stagioni (a primave-
    ra il NO al Ponte, in autunno il Sì) dovrebbe suonare come una ulteriore OFFESA a chi da anni continua a vivere di promesse. Cosa dicono nel merito i politici calabresi ed i grandi sindacalisti di questi ripensamenti di Renzi?

  55. Piripicchio said:

    Quando i giornaloni di Stato diedero notizia che l’incompiuta per eccellenza, la Salerno-Reggio Calabria, sarebbe stata inaugurata il 22 dicembre, nessuno di questi scrisse che era una inagurazione incompleta. L’Anas comunicò dopo qualche tempo che, mancando i quattrini,quei chilometri (il tratto intorno a Rogliano, un secondo
    tronco all’altezza di Pizzo) avrebbero subìto soltanto un restyling.
    Un po’ di cipria, di imbellettamento dato che la decisiva
    corsia d’emergenza (di cui è dotato il resto della rete) in quei punti non era purtroppo realizzata. Ma neanche la cipria è comparsa, neanche un metro d’asfalto nuovo. Tra il Presidente del Consiglio e quello di Anas, Armani è quello che mente di meno.
    Domanda: il presidente del Consiglio avrebbe potuto usare
    la stessa formidabile disinvoltura se la grande opera fosse stata
    realizzata al Nord? E Delrio avrebbe avuto coraggio di tagliare il nastro nella sua Emilia avendo due caselli nemmeno toccati dai lavori? Avrebbe, per esempio, inaugurato la Torino-Alessandria sapendo che all ’altezza di Moncalieri le ruspe si erano dovute fermare e avevano ripreso poi?

  56. Io said:

    Purtroppo è tutto vero…un grande bluff…ma d’altronde ci vuole veramente poco a verificare…fatevi un giro voi in macchina e vedrete con i vostri occhi. Altro che autostrada completata per il 22 dicembre..casomai avrebbero dovuto dire cantieri finiti ma non tutta l’autostrada. Ed anche sui cantieri la conclusione è comunque parziale. Ancora si stanno facendo molti lavori fuori asse, in poche parole all’esterno dell’asta principale, lavori che l’utente non vede ma che sono propedeutici alla vera conclusione dei lavori e che potrebbero durare ancora qualche anno. Però in compenso saremo una smart road…mega cazzata..E come se metteremo il Bluetooth sulle carriole.
    Pazienza anche questa è l’Italia.

  57. Ciao a tutti said:

    Premesso che non ho le competenze per essere un collaudatore quindi li difendo senza interesse diretto, ma qualcuno mi spieghi perché non deve essere riconosciuta la parcella di chi si prende una responsabilità penale finche muore…perché deve avere lo stesso stipendio di chi non fa nulla è ce ne sono in Anas? Anche nelle amministrazioni comunali, provinciali e regionali i i dipendenti hanno gli incentivi per progettazione dl e/o collaudo. Parlate senza conoscere la materia.

    • Padreterno said:

      Caro “Ciao a tutti”, ti assicuro che i collaudatori stanno subendo senza grosse proteste, perché una volta terminato il rapporto di lavoro (pensione o dimissioni) faranno causa all’azienda: hanno 5 anni di tempo dalla chiusura del rapporto di lavoro per andare in lite. Perché credi che i dirigenti abbiano accettato senza clamori la “riduzione” dello stipendio a 240.000€ annui? Sono, in generale, dei volponi e quelli ch e non lo sono hanno ricevuto l’imbeccata. Con buona pace di banfone Armani.

  58. Gianni said:

    Io che percorro spesso la SA RC devo ammettere che tutti i lotti finiti sono molto funzionali ed è anche un piacere vedere il bellissimo ponte nuovo con la grande scritta Anas ( costato molto mi dicono). Non si può dire che è completata proprio perché mancano ancora 60 km da ammodernare !!!

    • Maria36 said:

      Fra questi 60 km, mancano proprio i più pericolosi e trafficati ovvero quelli compresi tra Cosenza e Altilia Grimaldi ovvero dove qualche anno fà, a seguito di una frana che interessò la carreggiata autostradale, morirono due persone di Catanzaro.
      Armani rifletti sui proclami e sulle dichiarazioni che rilasci….tanto Matteo mi sà che neanche arriva al 22 dicembre se perde il referendum…

  59. tom758 said:

    A3 a pagamento, e mettere a gara l’affidamento della gestione dell’autostrada, cosi’ finalmente si fara’ un po’ di chiarezza su questa strada costata milioni di euro dei contribuenti italiani.

  60. Maria36 said:

    Bravo Armani,non fare nessun taglio nastro.
    Il 22 dicembre il tuo amico Matteo consegnerà la parte di autostrada SA-RC “percorribile”, ma non ufficialmente ultimata, come ammesso da ANAS, dicendo che non sono stati emessi gran parte dei certificati di collaudo tecnico-amministrativo che sanciscono la conclusione dei lavori.
    Una parte perché? Perché circa 60 km non sono stati ammodernati per mancanza di fondi. Qualcuno dovrà spiegare ai cittadini calabresi come mai non si reperiscono 3 miliardi di euro per completare l’ammodernamento ed invece, proprio qualche giorno fa, il ministro Del Rio ha detto che il Ponte sullo Stretto si farà anche con soldi pubblici.
    Ultima precisazione:
    collaudi dei macrolotti dellla SA-RC sono costati decine di milioni di euro, sempre pubblici, ad eccezione dell’ultimo affidato, con enorme difficoltà, senza nessun compenso;
    i tempi lunghi per l’emissione del certificato di collaudo tecnico amministrativo quindi non sono dovuti al mancato percepìmento della parcella, ma a gravi proplemi, di varia natura, che esistono su ogni tratta che deve essere ancora collaudata.

*

Top