Chiara Insidioso: Cassazione dice “no” al ricorso di Falcioni, il 16 dicembre la sentenza definitiva

chiara

“Chiara spero che ora tu possa vivere più serena. Ed essere protetta un po’ di più da chi dovrebbe tutelare la tua privacy ma non lo fa giornalmente”.

Con queste parole il papà di Chiara Insidioso, Maurizio, ha commentato la notizia riportata dal “Messaggero” sul ricorso di Maurizio Falcioni ritenuto inammissibile dalla Cassazione. L’ex fidanzato della ragazza ridotta in fin di vita, che già aveva avuto uno sconto di pena in Appello (da 20 a 16 anni di reclusione), non dovrebbe ricevere ulteriori benefici di legge e sconterà, dunque, tutta la sua pena in carcere per tentato omicidio. L’aguzzino di Chiara rischia adesso un’altra condanna: circonvenzione di incapace. Prima di  massacrarla di botte, infatti, l’aveva portata via da suo padre, tenendola per mesi sottomessa tra carezze e schiaffi.

“E’ ancora presto comunque per cantare vittoria”, ha confidato Maurizio Insidioso alla nostra redazione. “La sentenza definitiva ci sarà il 16 dicembre e per ora nulla è confermato. Ne abbiamo passate di tutti i colori, quindi prima di affermare che giustizia per Chiara è stata fatta, voglio aspettare che le cose siano ufficiali. Dopodichè potrò concentrarmi su chi non tutela la privacy di mia figlia”.

Salvo clamorosi (ed ingiusti) colpi di scena, però, Maurizio Falcioni non vedrà la luce per 16 anni. Lui che, due anni fa, ha distrutto la vita di una ragazza di 19 anni, massacrandola di botte e sfondandole il cranio a calci.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Carlo said:

    Non credo farà tutti i 16 anni in carcere quel piccolo uomo infame ! Tra 2 massimo 3 anni lo vedremo in semi-libertà , E tra 5 anni fuori completamente. … Questo è l’iter della GIUSTIZIA CORROTTA ITALIANA ……

    Solidarietà a Chiara e alla sua famiglia ; perché ha distrutto una famiglia , non solo i sogni di una adolescente con tutta la vita davanti !

  2. Norma Cagnina said:

    Che differenza c’è tra un omicidio e la morte di ogni possibiltà di vita per una giovane ragazza E LA SUA FAMIGLIA. La pena dovrebbe essere ancora più dura per aver distrutto non una vita, ma un intero nucleo familiare. E le cure e l assistenza e il crollo psicologico ed il dolore, secondo dopo secondo, di chi le starà vicino?
    Tutto questo non fa delitto?

  3. Loredana said:

    E ancora parliamo…. è ci vogliono far credere che esiste una giustizia ??? Se era la figlia di quel giudice gli avrebbe chiamato 30 senza sconto !!!

*

Top