Una Ong britannica ci apre gli occhi sullo squallore degli zoo

Zoo

Si chiama Born Free Foundation ed ha organizzato una mostra fotografica al Parlamento Europeo per mostrare lo stato di vita degli animali nei nostri zoo.

Immagini forti, scioccanti, sono quelle in mostra fino a domani presso il Parlamento Europeo a Bruxelles. Foto scattate negli zoo del nostro continente da Jo-Anne McArthur e Britta Jaschinski, che documentano la fatiscenza e l’arretratezza dei luoghi in cui migliaia di animali sono costretti a vivere forzatamente.

Nonostante il maquillage terminologico che talvolta ne ha cambiato il nome in Bioparco, gli zoo europei (per non parlare di quelli di altri continenti) mostrano la faccia peggiore dell’antropocentrismo. E sono dei posti che la Storia sta man mano relegando nel territorio dell’inattualità.

Attraverso la rete, o di persona con le offerte low cost, oggi è infatti possibile (differentemente dal passato) vedere nel proprio ambiente naturale ogni sorta di animale. La crudeltà antistorica umana, invece, preferisce relegarli fra mura, recinti, spazi angusti per dare modo ai più pigri di godere della visione di qualche fiero esemplare ridotto in cattività in uno zoo.

La mostra intende mettere a nudo la solitudine e la disperazione di orsi, leoni, tigri, elefanti e giraffe, portando alla luce la necessità di rivedere un sistema antiquato che si regge sulla immotivata consuetudine, ereditata dal XIX secolo, di avere uno zoo in ogni grande città.


Animals in European Zoos: A Photo Exhibition (c) Britta Jaschinski

Animals in European Zoos: A Photo Exhibition (c) Britta Jaschinski

Animals in European Zoos: A Photo Exhibition (c) Jo-Anne McArthur

Animals in European Zoos: A Photo Exhibition (c) Jo-Anne McArthur

Animals in European Zoos: A Photo Exhibition (c) Jo-Anne McArthur

Articoli correlati

*

Top