Roma: “Partigiani dovete pagare”, Marino e M5s sfrattano l’Anpi

anpi

I partigiani del terzo millennio della sezione “Giordano Sangalli” a Centocelle, quartiere popolare di Roma, vengono sfrattati grazie a una delibera della giunta Marino attuata dall’attuale amministrazione municipale guidata dal Movimento 5 Stelle.

Gli ultimi sopravvissuti dell’Anpi e i loro allievi sono andati su tutte le furie: “E’ una vergogna” e così si sono scagliati contro il presidente del V Municipio, il Cinquestelle Giovanni Boccuzzi. Peccato che sfugga loro un piccolo particolare: il minisindaco ha semplicemente applicato la delibera comunale 140/2015 sulle «linee guida per il riordino del patrimonio indisponibile in concessione» voluta dall’ultima amministrazione sinistra, quella targata Ignazio Marino.

Anatema! Con che coraggio – secondo i nostalgici dell’“ora e sempre resistenza” – viene applicata la legge anche ad un’associazione “intoccabile” come questa? L’inutilità dell’Anpi e i suoi costi che gravano sulle tasche degli italiani sono stati già affrontati su L’ultima Ribattuta nei mesi scorsi: in occasione dell’ultimo decreto milleproroghe, ad esempio, il provvedimento ha provveduto a prorogare misure adottate negli anni passati, come ad esempio la riapertura dei termini per presentare la domanda di riconoscimento del valore militare ai partigiani caduti nella Seconda guerra mondiale. Peccato che poi ci siano associazioni come l’Anpi che accolgono nuove richieste di adesione per ostacolare la ricerca della Verità in merito a tragici episodi. È quanto successo nello spettacolo di Simone Cristicchi, Magazzino 18, osteggiato da larga parte degli esponenti dell’Anpi che considera addirittura eroi gli autori dell’infamia delle Foibe.

Leggi anche Museo del Fascismo: nel 2020 ai partigiani (che non ci saranno più)

E i partigiani di Centocelle vorrebbero condurre la loro azione nelle scuole del Municipio con tanto di sede pagata dai contribuenti? Ben venga, quindi, la decisione del riordino del patrimonio immobiliare voluta dalla giunta Marino: ancora più attesa è stata l’attuazione da parte della giunta municipale.

Articoli correlati

*

Top