Terremoto: la Rai utilizza le immagini di Sky Tg24

Avere 1500 giornalisti sparsi per le varie sedi regionali, ma ricorrere al materiale di altre emittenti come Sky Tg24: è quanto fatto dalla Rai nelle drammatiche ore del terremoto.

Continua a far discutere il comportamento della Rai nelle settimane in cui l’Italia è sconvolta da una serie di scosse sismiche. Nei giorni scorsi, infatti, da più parti è stato denunciato il ritardo – ad eccezione di Rai News – con cui viale Mazzini ha deciso di interrompere le sue trasmissioni per dare notizia delle prime scosse. Ieri, invece, con il terremoto avvenuto alle 7:40 si è verificato un altro atteggiamento discutibile da parte del servizio pubblico nel raccontare i momenti di grande paura.

Come ha denunciato Michele Anzaldi, deputato Pd e segretario della commissione Vigilanza Rai le immagini mandate in tempo reale su Rai News dalle zone direttamente coinvolte sono risultate quelle di Sky Tg24: “Sarebbe opportuno che la Rai spiegasse immediatamente con un comunicato – sono state le parole di Anzaldi – o altrimenti ce lo faremo spiegare tra qualche giorno in Commissione di Vigilanza”. Il furto appare ancora più lampante dal momento che in studio c’era il direttore dell’emittente Antonio Di Bella.

Non bastava, dunque, il ritardo nel raccontare le scosse dei giorni scorsi; e non bastava neanche l’altro grave ritardo, quello nel documentare il crollo del cavalcavia sulla Ss36 in Brianza. Sempre Anzaldi infatti ha notato come “la notizia dell’incidente sia stata diffusa dalle agenzie di stampa alle 18.28 (Ansa). Gli operatori di Sky sono arrivati sul posto alle 19. E la Rai? Come segnalato da alcuni cittadini, alle 19.40 il Tgr Lombardia non aveva ancora immagini in diretta dal luogo”.

Con il saccheggio delle immagini di Sky Tg24 prosegue dunque la grave assenza della Rai nelle zone di crisi: forse la crisi vera è in viale Mazzini.

Articoli correlati

*

Top