Internet: addio pc, accesso da mobile supera i computer

Lo storico sorpasso è stato registrato nel mese di ottobre: il traffico internet generato dai dispositivi portatili come smartphone e tablet ha superato quello dei pc.

Che i dispositivi mobili facessero parte della vita quotidiana di tantissime persone era già ampiamente assodato. Ora è arrivata l’ultima conferma dai dati forniti da StatCounter che hanno analizzato il numero di pagine visualizzate in assoluto: l’accesso nella rete da mobile  è arrivato al 51,3% contro il 48,7% del traffico da computer. Protagonisti di questo sorpasso secondo StatCounter sono stati i mercati emergenti a partire dall’India, dove il 75% dell’accesso avviene attraverso dispositivi mobili.

Il dato, secondo la società, è stato ottenuto analizzando oltre 15 miliardi di pagine visitate ogni mese in oltre 2,5 milioni di siti web: questo, però, non indica necessariamente che gli utenti stiano trascorrendo più tempo a navigare in internet tramite un dispositivo mobile che con un desktop tradizionale.

E pensare che l’utilizzo di smartphone e tablet per accedere a internet nel 2010 si attestava intorno al 10 per cento. Alla base di questo aumento velocissimo, ovviamente c’è il declino delle vendite e dell’utilizzo dei pc che dal 2011 sta conoscendo un calo costante: in quell’anno, infatti, vennero venduti in tutto il mondo 363,8 milioni di computer calato nel 2015 a 275,8 milioni.

Il sorpasso c’è stato, eppure nei mercati tradizionali c’è ancora la predominanza dei pc sui dispositivi mobili: in Italia, ad esempio, il 64,3% del traffico generato da desktop contro il 30% da smartphone e il 5,7% da tablet. Tendenza molto minore negli Stati Uniti dove il rapporto è 58% da pc e 42% da mobile, mentre in Gran Bretagna 55,6% a 44,4%.

Articoli correlati

*

Top