Il giornalismo senza riscontri e figuracce dei media

giornalismo senza riscontri
Informazione pescata in rete

E così dopo il Tg2 e il Giornale, anche Corriere, Panorama e Repubblica hanno pescato dalla rete, abboccando come dei pesciolini all’amo. La morte di personaggi di rilievo scatena la corsa al coccodrillo, il tipico articolo di giornale che ogni redazione prepara per ricordare il deceduto, in cui si ricordano gli episodi principali e, soprattutto, si citano le affermazioni più famose o ad effetto che il personaggio avrebbe proferito. Le nuove tecnologie hanno reso tutto più accessibile grazie, appunto, alla rete e i giornalisti, o presunti tali, hanno la possibilità di reperire più facilmente dati, numeri e notizie. E anche le citazioni.

Ieri è stata la volta di Manlio Sgalambro: ricordato principalmente come “il filosofo di Battiato”, è stato raccontato dalle principali testate nostrane che però hanno ancora una volta attinto dall'”enciclopedia libera” online, Wikipedia, senza svolgere uno dei compiti principali di un giornalista: verificare la fonte. Ecco dunque che lo scrittore e poeta siciliano, nato nel 1924, diventa secondo Wikipedia, e per plagio a catena, anche per Corriere, Panorama e Repubblica, l’autore di Madama Dorè, Fra Martino campanaro e Il merlo ha perso il becco, brani destinati ai più piccoli. Composti “solo” qualche secolo fa.

I sospetti rguardanti l’autore del sabotaggio sono caduti subito su Daniele Virgillito, già protagonista di alcune burle di cui sono rimaste vittime il telegiornale del secondo canale Rai (che ha attribuito la citazione “nel palco della vita siamo tutti figuranti” a Mario Scaccia, tratta dalla sua pagina Wikipedia rivisitata per l’occasione da Virgillito) e il Giornale che fece recitare al medico di Berlusconi, Umberto Scapagnini, un’altra citazione farlocca: “Il politico e il medico fanno la stessa cosa – spiegava Scapagnini – danno soluzioni ai problemi della gente”. Da qualche tempo, però, l’account Wikipedia di Virgillito risulta disattivato. Qualcuno evidentemente ha rilanciato la sua missione: stanare il cortocircuito dell’informazione italiana.

 

Articoli correlati

*

Top