Outlet Italia: anche Unicredit lascia il Paese, destinazione Francia

Dopo Telecom Italia anche Unicredit sta imboccando la strada per la Francia: il rischio è che a breve l’Italia si ritroverà solo con Eni e Intesa Sanpaolo come soggetti finanziari di livello internazionale.

In tutto questo il governo non sembra accorgersi dell’ombra inquietante di Société Générale che da dietro le Alpi si allunga su Unicredit e di conseguenza anche Mediobanca che – oltre a far parte del patrimonio dell’istituto finanziario – è primo azionista di Assicurazioni Generali con il 13.2 per cento. A far scattare l’allarme sono state le dichiarazioni dell’amministratore delegato Jean-Pierre Mustier secondo cui servirebbero 13 miliardi di aumento di capitale.

E così, come ha riportato il Fatto Quotidiano, è stata un’agenzia dell’Ansa a suggerire che “forse c’è Société Générale nel futuro di Unicredit. L’ipotesi di una fusione, per dare vita a un grande gruppo italo-francese di respiro europeo, secondo diverse fonti sta circolando con insistenza negli ambienti finanziari di pari passo con i rumors apparsi nel fine settimana su un aumento di capitale di grande taglia superiore ai 10 miliardi di euro per la banca di Piazza Gae Aulenti“. Però, prima di parlare della fusione ipotizzata nell’indiscrezione dell’Ansa, Unicredit deve trovare appunto i 13 miliardi.

Per questo, invece della fusione, è più verosimile l’ipotesi secondo cui Mustier cercherebbe investitori adatti che accettino di partecipare all’aumento di capitale: Société Générale, che vale tre volte Unicredit, sarebbe più che pronta.

Presieduta dal fiorentino Lorenzo Bini Smaghi, Société Générale ha guadagnato in Borsa circail 30 per cento. Ora, si appresta a investire un po’ di miliardi in Unicredit diventando così padrona di Mediobanca in cui la Francia è già presente grazie a secondo azionista, Vincent Bollorè. Anche Generali ha un amministratore delegato francese francese, Philippe bonnet, che con Mustier ha forti legami personali e di cui Société Générale si è già presa l’estate scorsa il 4.2 per cento.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Pingback: allholidayescapes.com

*

Top