Una Rai allo sbando (con ascolti “drogati”) fa rimpiangere Gubitosi

campo dall'orto, rai, daria bignardi
Campo Dall'Orto, Bignardi e Fabiano

In viale Mazzini scatta l’allarme rosso per gli ascolti (penosi) e i conseguenti introiti pubblicitari. Rai Uno è ormai stabilmente sotto Canale 5, in un range compreso tra l’1.5 e i 2% nel day-time.

E quando “si salva”, è solo grazie alle fiction e alla nazionale di calcio: dati dunque “drogati”, esattamente come quelli di Rai Pubblicità. Che a fine anno, come al solito, arriverà (più o meno) al raggiungimento del budget solo grazie agli Europei e alle Olimpiadi. La famosa logica degli “anni pari”.

D’altra parte, mentre il Dg Campo Dall’Orto “schifa” gli ascolti (soprattutto se sono bassi) in nome della qualità (?), l’Ad dell’ex Sipra Fabrizio Piscopo (Pisky per gli “amici”) si preoccupa di arringare la forza vendita e i dipendenti della concessionaria (anche con le e-mail) per far vincere il “sì” al prossimo referendum costituzionale.

Insomma, la Rai è un’azienda allo sbando. Nei corridoi ci sono tensioni e malumori. Soprattutto per il fatto che a Natale i dirigenti si troveranno con gli stipendi dimezzati e spenderanno la tredicesima in casse di Maloox. E mentre si discute su chi, tra Verdelli (leggi qui) e Fabiano, arriverà a mangiare il panettone (probabilmente si salverà il direttore di Rai Uno leggi qui), bisogna fare i complimenti a Ilaria Dallatana che, invece, sta continuando a registrare risultati positivi su Rai Due (leggi qui).

Non come quell’altra, la grigia Bignardi, che ce la sta davvero mettendo tutta per distruggere la rete che dirige a colpi di flop. (leggi qui) Un plauso anche ad Angelo Teodoli, direttore di Rai 4, che sta facendo un buon lavoro. Tanto che in molti, in Azienda, lo vedrebbero bene al posto di Fabiano. Il quale, anche se la schiva a ‘sto giro, è comunque condannato a lasciare la poltrona visto le figuracce che sta collezionando Rai Uno (non da ultima l’accusa di Gianluigi Nuzzi alla “talentuosa” Eleonora Daniele di saccheggiare gli scoop di Quarto Grado di Retequattro per la propria trasmissione “Store vere” appunto sulla prima rete).

Detto questo, il quadro che ne esce è desolante. Tanto per capirci, la setta dei milanesi (leggi qui) ad alcuni fa persino rimpiangere Gubitosi, i suoi boys e le sue girls.

 

Articoli correlati

*

Top