Rai, il serial flopper Veltroni parla di qualità della tv

veltroni, walter veltroni, rai
Walter Veltroni

Walter Veltroni vuole fare il Presidente della Rai. Le sta provando tutte per mettersi in mostra e rendersi meritevole di questa nomina. Fallendo miseramente su tutto il fronte.

Dobbiamo riconoscergli la tenacia. Nonostante i suoi innumerevoli flop (leggi qui) lui non si arrende. E ce lo ritroviamo come il prezzemolo un po’ ovunque. Per esempio sul Corriere della Sera, con un’ampia intervista, sulla qualità della Rai.

D’altronde, citiamo l’articolista, “il padre fu tra i fondatori della Rai, la madre ci ha lavorato per 30 anni. Ha i titoli per parlarne“. Un po’ come uno che guarda tutte le puntate di Grey’s Anatomy si sentisse in diritto di disquisire sullo stato della sanità americana…

Ma va bene. Prendiamo pure per buona la giustificazione del Corriere a questa che altrimenti sarebbe una patetica marchetta e leggiamo un po’ le grandi verità di Walter Vate Veltroni.

“Il dovere della Rai è restituire qualità”. E ancora, “Basta guardare ai dati Auditel”. “Non conta più se un programma sia bello o brutto… la valutazione è lo share”. “Non si può scambiare la qualità con la quantità”. Stai cercando di dire che pure se i tuoi programmi non li vede (quasi) nessuno sono comunque belli? Ma se sono belli perché non li vede (quasi) nessuno? Ah, saperlo…

Comunque, oracolo di Delfi, dicci un po’ come alzare la qualità della tv si Stato? “La Rai deve riuscire a delineare un progetto unitario da servizio pubblico per il nostro tempo”. Che vuol dire non si sa. Quel che è certo è che Veltroni non molla e presto dovremo sorbirsi i suoi documentari su RaiUno “dedicati al rapporto tra programmazione Rai e storia italiana” (leggi qui). Se nessuno li guarderà non è perché non saranno belli ma perché, come ogni genio che si rispetti, Walterone nostro è incompreso in Patria. Tentare la fortuna all’estero no eh?

Articoli correlati

Un Commento

  1. Pingback: Il serial flopper.. | Delle Parole Guerriere

*

Top