Lazio bella e vincente: il derby è alle spalle

Ma quale contraccolpo post derby. La Lazio si rialza immediatamente dopo la sconfitta contro la Roma, batte la Sampdoria con una prova superba (con oltre 2000 tifosi al seguito) e si prende tre punti pesantissimi.

Alla faccia di tutta quella comunicazione romana che in settimana ha provato a destabilizzare l’ambiente biancoceleste. Sostenendo addirittura che De Vrij non fosse sceso in campo nella stracittadina per il suo accordo ormai raggiunto con lo United. E invece ieri eccolo di nuovo lì in mezzo l’olandese, a riprendersi le chiavi della difesa della Lazio e dando sicurezza anche a Wallace che avea vissuto una settimana sicuramente difficile.

E tra un Immobile sprecone, un Felipe Anderson in una delle sue serate migliori che ha deliziato assist a Milinkovic-Savic e a Parolo (uno di quelli che la maglia con l’aquila sul petto la ama come fosse sua da sempre), la Lazio è subito risorta dalle ceneri del derby. Archiviando quella gara maledetta.

Anche se ci ha pensato Radu, durante l’intervista post match a Basta, ad irrompere con il suo coretto “26 maggio, che giornataccia, volevi alzarla, l’hai presa in faccia“. A rimarcare il fatto che nella Capitale è sfottó tutto l’anno.

E intanto sono pure arrivate le scuse di Strootman a Cataldi per l’acqua…

Articoli correlati

*

Top