JustWatch, il motore di ricerca (legale!) per film e serie tv

Gli appassionati di film e serie televisive sanno quanto sia difficile destreggiarsi in rete, tra mille siti diversi, per cercare i titoli preferiti. Per questo è stato creato JustWatch (che finalmente è arrivato anche in Italia).

Una sorta di motore di ricerca, in grado di barcamenarsi tra le varie piattaforme di streaming, aiutando l’utente a individuare i contenuti preferiti tra quelli disponibili online. Nata in Germania nel 2014, JustWatch ha già conquistato oltre 20 milioni di iscritti, in 22 Paesi in tutto il mondo. E ora contempla anche il nostro.

Utilizzarlo è semplicissimo: si entra sul portale [clicca qui] e si cerca il titolo del film o della serie tv preferita, proprio come si farebbe sulla barra di Google, e in attimo appare la scheda, con tanto di locandina e commenti di valutazione, informazioni sul cast, e via dicendo. Dopodiché è possibile visualizzare quali sono le piattaforme web che consentono lo streaming o l’acquisto del titolo (Netflix, iTunes, Google Play Movies, Microsoft PlayStation, SkyGo, Mediaset Premium Play…) che ci interessa, sia ad alta che a bassa risoluzione.

David Croyé,co-fondatore e amministratore delegato della startup, ha raccontato al Corriere: «JustWatch opera setacciando e indicizzando i cataloghi dei fornitori come un normale motore di ricerca. Per alcuni, come iTunes o Amazon, utilizziamo i feed ufficiali o le Api. Con altri arriviamo ad avere una collaborazione più profonda e ci viene riconosciuta una commissione sui download o sugli abbonamenti».

Come hanno fatto ad avere così tanto successo? «Facciamo campagne di retargeting principalmente su YouTube e Facebook per clienti come Sony, Paramount, Universal o Fox. Conoscendo i gusti cinematografici e la spesa degli utenti per i biglietti del cinema e per l’intrattenimento domestico garantiamo un’efficacia doppia rispetto alla normale targhetizzazione per interesse o demografico», spiega Croyé. Infatti nella sezione “Cinema” del portale è possibile prenotare i biglietti UCI così da alternare la visione in sala a quella sul divano.

 

 

 

 

Articoli correlati

Un Commento

*

Top