Da Pokemon Go a Trump: ecco quello che gli italiani cercano su Google

Google

Cosa hanno chiesto quest’anno gli italiani a Google, il motore di ricerca più popolare al mondo? Ovviamente non mancano le sorprese.

Il 2016 è quasi giunto al termine, e come di consueto, a dicembre arrivano gli addobbi natalizi, i cinepanettoni e i regali sotto l’albero. E ovviamente, anche la ricerca annuale “Year in search” di Google, pubblicata in anteprima dal “Il Sole 24 Ore”. La società californiana ha stilato una lista, divisa in varie categorie, delle parole e delle frasi più ricercate durante l’anno.

Il 2016 è stato l’anno di Pokemon Go. Ovviamente, il videogioco di realtà aumentata attraverso il quale i giocatori possono catturare, allenare e far combattere le loro creature immaginarie, non poteva che occupare la prima posizione nella categoria “parole”. Gli italiani hanno davvero apprezzato il servizio di diretta web sulle olimpiadi, tanto da far arrivare in seconda posizione le parole “Rio 2016”. Al terzo gradino del podio troviamo gli “Europei 2016” di calcio. Nonostante il terrore e lo shock provocato a tutti gli italiani, il “terremoto” occupa solo la quinta posizione. Nella classifica di Google delle dieci parole più cliccate dagli italiani, troviamo anche le perdite che ha portato questo 2016, quella di David Bowie (settima posizione) e quella di Bud Spencer (nona posizione). Il tanto vociferato Donald Trump, neoeletto presidente degli Stati Uniti, occupa l’ottava posizione. A chiudere la classifica “Year in search – word “ è la Brexit, che si posiziona al decimo posto.

David Bowie, Donald Trump e Bud Spencer, nell’esatto ordine, formano il podio nella categoria dei personaggi più ricercati. A seguire Gonzalo Higuain, il musicista Ezio Bosso, Prince (altro grave lutto), Gabriel Garko, l’attrice comica Virginia Raffaele, Alda Merlini (il 2016 è l’85esimo anniversario della nascita della celebre poetessa) e Patty Pravo.

A farci fare quattro risate ci pensa la sezione “cosa significa”. Al primo posto troviamo c’è “idolatria“, poi “ad maiora” (sempre utile da utilizzare per auguri importanti e citazioni dai toni filosofici), “Brexit” e”trust”. Al quinto posto troviamo “scisma”, mentre al sesto il termine puramente social “taggare”. Ovviamente non manca la nuova moda di questo 2016, l’essere “vegano” (settima posizione). All’ottavo posto c’è il termine “petaloso“, (il nuovo aggettivo inventato da Matteo, uno studente della terze elementare  della scuola Marchesi di Copparo), divenuto in seguito virale grazie all’approvazione dell’Accademia della Crusca. Poi troviamo“gomorra” (nona posizione), la serie tv che ha fatto rimbecillire milioni di adolescenti, facendogli pensare che essere camorrista sia una cosa figa.

Nella sezione eventi, i dieci avvenimenti più cliccati su Google sono stati: Rio 2016, Europei 2016, elezioni Usa, terremoto, Sanremo 2016, Oscar 2016, strage di Nizza, attentato di Bruxelles, Miss Italia, Referendum del 17 aprile (trivellazioni). Snobbata a sorpresa dagli italiani, la riforma costituzionale proposta dall’ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Anche la parentesi dei “perché” è molto divertente, e merita senz’altro qualche minuto di attenzione. Occupa il primo posto un insospettabile “perché si intasa il braciere?”, seguito da “perché i gatti hanno paura dei cetrioli?”. Chiude il podio la politica internazionale, con il “perché il colpo di stato in Turchia?”. Ovviamente, non può mancare la regina del gossip: “perché Belen e Stefano si sono lasciati?“ è la domanda che si posiziona al settimo posto. Anche il calcio vuole naturalmente la sua parte. Tanti infatti, sono stati gli italiani che si sono anche chiesti: “perché la Russia gioca gli europei?” (ottava posizione).

Infine, Google ha stilato anche una ricerca delle mete di vacanza più cliccate dagli italiani. Le più ricercate sono state, in ordine, Corfù, Pantelleria, Lecce, Tropea, Palma de Maiorca, Praslin, Ksamil, Budua, Punta Grossa e Zante.

Articoli correlati

*

Top