Lavoro: Modanisa, ‘Assumiamo solo musulmani’ ecco l’annuncio choc

modanisa musulmani

L’annuncio apparso sul web con cui Modanisa, azienda turca nel settore dell’e-commerce per la moda islamica, offre lavoro solo ai musulmani non lascia spazio a molte interpretazioni.

Discriminati nel proprio Paese: quello che in molti temevano, alla fine, sta diventando sempre più un’amara realtà. I dubbi e le perplessità rimangono, eppure quell’annuncio è visibile online. Una posizione lavorativa è offerta a una persona “obbediente” con una “conoscenza e pratica della religione musulmana”. L’annuncio, che appare su alcuni portali online, stato smascherato da Giovanni Donzelli, coordinatore dell’esecutivo nazionale di Fratelli d’Italia.

Clicca qui per vedere l’annuncio

“È gravissimo – ha dichiarato Donzelli – che una qualsiasi impresa offra lavoro in Italia attuando pratiche così palesemente discriminatorie. Quando ho trovato questo annuncio sono rimasto basito: guarda caso questa azienda è specializzata nella vendita di veli islamici colorati, tuniche ed accessori”. Inevitabilmente ci si domanda cosa sarebbe successo se un’azienda italiana avesse richiesto come requisito per lavorare la pratica della religione cattolica: giustamente sarebbe successo il finimondo.

Alla faccia dell’articolo 3 della Costituzione secondo cui “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali – ma soprattutto, secondo la Carta – È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

“La laicità dell’Italia e la libertà religiosa sono principi fondamentali della nostra Costituzione – ha sottolineato l’esponente di Fratelli d’Italia – e nessuno può pensare di poter imporre nel nostro paese regole legate ad altre civiltà. Se queste persone vogliono lavorare in Italia devono offrire lavoro accettando i nostri principi e i nostri valori, a questo sistema non possiamo consentire deroghe né alle aziende italiane né tantomeno a quelle straniere. Deve essere stroncato sul nascere qualsiasi tentativo di islamizzazione forzata sui luoghi di lavoro – ha concluso Donzelli – non possiamo ammettere che chi non accetta le nostre regole possa operare in Italia”.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Sofia said:

    Scusa vi lamentate tanto per questo, ma non parlate del fatto che molte musulmane non vengono assunte perché portano il velo!! Piantatela con questa dinformazione perché fa schifo….. gli altri annunci di lavoro non lo scrivono certo, ma te lo fanno capire quando vai li.

*

Top