Avete mai pensato di dormire sotto il Monte Bianco?

Monte Bianco

Ora si può, e il tutto è organizzato in piena sicurezza dalle guide alpine che operano nella zona del Monte Bianco.

Il posto è suggestivo, forse tra i più spettacolari al mondo. E’ quello in cui svetta il Monte Bianco, meta ogni anno di turisti che spesso si improvvisano esperti di montagna. Secondo Giulio Signò, presidente delle guide alpine del posto, “viene data la possibilità di vivere una piccola avventura fra le vette in totale sicurezza, anche per poter indicare il modo corretto di andare in montagna”.

E’ proprio la sicurezza il tasto dolente su cui si batte insistentemente, il motivo per cui ogni estate vengono riempite le pagine di cronaca dei giornali a causa di turisti che ignorano i segnali di pericolo e percorrono il ghiacciaio del Gigante senza corde e privi di un barlume di attrezzatura alpinistica. Fino all’assordità, dice Signò, di saltare fra i crepacci e sbirciare dal bordo dei precipizi.

Proprio per dare un’alternativa a questo tipo di intendere una vacanza è stata creata la formula cena e pernottamento in un igloo appositamente scavato sotto la cima del Monte Bianco, uno spazio quasi rotondo di circa 4 metri di diametro, posto a 3600 metri e distante un’ora di cammino dalla funivia che porta a valle.

Le guide alpine di Courmayeur pensano proprio a tutto, dalle pelli (sintetiche) ed i sacchi a pelo per schermarsi dalle rigidità della notte alla cena presso il rifugio Torino, dall’a/r in funivia alla colazione la mattina seguente nell’igloo. Il tutto alla modica (si fa per dire) cifra di 650 €. Che sono effettivamente il giusto, per vivere un’esperienza del genere.

 

Articoli correlati

*

Top