Figuraccia Rai: torna la fiction sulla Forestale (che è stata soppressa)

Il Corpo Forestale dello Stato, alla fine, è stato soppresso: qualcuno avvisi la Rai che, incurante di quanto accade in Italia, martedì lancerà la quarta serie di “Un passo dal cielo”.

La riorganizzazione delle forze di polizia ha portato all’assorbimento della Forestale all’interno dell’Arma dei Carabinieri. Il trasferimento si è concretizzato solo con l’inizio del 2017, ma dell’ipotesi di cancellazione del Corpo Forestale se ne parla da oltre un anno.

E la Rai, in tutto questo, cosa fa? Come se nulla fosse, martedì prossimo, verrà lanciata su Rai Uno la quarta serie della fiction incentrata proprio sulla forza di polizia ad ordinamento civile, specializzata nella tutela dell’ambiente e dell’ecosistema. Nelle prime tre serie il protagonista, capo della forestale di San Candido sulle Dolomiti, è stato interpretato da Terence Hill. Nelle regioni a statuto speciale e nelle province autonome di Trento e Bolzano operano autonomi corpi forestali regionali: il Corpo forestale in questi territori era comunque attivo con nuclei specializzati o presso le Procure della Repubblica.

L’attore che finora ha rappresentato il protagonista – forse per rispetto al corpo di polizia che non c’è più – quest’anno non ci sarà. Terence Hill, infatti, ha lasciato il posto a Daniele Liotti che vestirà i panni di Francesco Neri, il nuovo protagonista sempre a capo di una fantomatica Forestale. Ad affiancare Liotti ci saranno il vice questore aggiunto Vincenzo Nappi interpretato da Enrico Ianniello, mentre nel ruolo della modella Eva ci sarà Rocio Munoz Morales). Come se non bastasse, “Un passo dal cielo” vedrà anche la partecipazione del rapper Fedez che interpreterà se stesso.

Intanto, tutti quei forestali che non si rassegnano a confluire in un’altra forza di polizia, hanno deciso di presentare ricorso. Alla base ci sarebbe il passaggio – da qualcuno definito incostituzionale – da un’istituzione civile, come era la Forestale, a una militare come l’Arma dei Carabinieri. Inoltre, se da una parte è stato realizzato il nuovo logo e sono state trasformate le vetture proprio in vista dell’accorpamento tra Forestale e Carabinieri, dall’altra è stata denunciata la mancanza delle uniformi. Molti agenti nei giorni scorsi si sono recati sul posto di lavoro in abiti civili. Altro che fiction…

___________________

Aggiornamento: riceviamo e pubblichiamo la seguente segnalazione

Gentile redazione… restano pienamente operativi i Corpi Forestali Regionali delle 4 regioni a statuto speciale:
– Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale [Sardegna]
– Corpo Regionale Siciliano
– Corps Forestier [Valle d’Aosta]
– Corpo Forestale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
Restano altresì operativi i 2 Corpi Forestali Provinciali delle Province Autonome Trento e Bolzano, APPUNTO QUELLE INTERESSATE DALLA FICTION.
Colgo la presente per pregare di ben voler accettare l’espressione dei sentimenti miei più distinti.
A. F.

Ringraziamo per la gentile mail con richiesta di chiarimenti. Ci teniamo a precisare che all’interno dell’articolo era riportato il passaggio

“Nelle prime tre serie il protagonista, capo della forestale di San Candido sulle Dolomiti, è stato interpretato da Terence Hill. Nelle regioni a statuto speciale e nelle province autonome di Trento e Bolzano operano autonomi corpi forestali regionali: il Corpo forestale in questi territori era comunque attivo con nuclei specializzati o presso le Procure della Repubblica”.
Riteniamo utile esser tornati a parlare di un argomento come lo scioglimento del Corpo Forestale dello Stato, di cui molti italiani – magari spettatori della fiction – erano all’oscuro.
Grazie in ogni caso per la cortese segnalazione,
Luca Cirimbilla

Articoli correlati

10 Commenti

  1. Claudio said:

    Tra l’altro, in una puntata, il poliziotto Huber dice: “meno male che il corpo forestale dell’Alto Adige non è finito con i carabinieri!”.

  2. Em said:

    Le vicende della fiction, non riguardavano se non solo vagamente il corpo forestale dello stato. Ma erano e sono appunto ambientate in provincia di Bolzano, che autonoma, continuerà ad avere il proprio corpo forestale, insieme a Trento. FVG, Valle d’Aosta, Sicilia e Sardegna (è questa una delle grandi assurdità e contraddizioni della legge Madia, quasi del tutto smantellata dalla Consulta) continueranno ad avere, ciascuna, il proprio corpo forestale regionale. C’est l’italie!

  3. Arcidiacono François said:

    Non vorrei sbagliare, ma la fiction è ambientata in una Regione a Statuto Speciale, una delle cinque regioni nelle quali il Corpo Forestale è regionale e che quindi continuerà ad esistere. Chi scrive questo commento abita in Sicilia, e qui il Corpo Forestale, per fortuna, è immutato e prosegue nell’espletamento delle proprie funzioni

  4. luca said:

    Capra capra capra! Che articolo idiota. Devi leggere di più e scrivere di meno. Sul serio.

  5. Anto69 said:

    Ma l’autore di questo articolo si droga? Mai lette tante cazzate tutte insieme…

  6. Matteo said:

    Veramente la casa cinematrografica che ha realizzato il film aveva già dichiarato a suo tempo che, se fosse stato sciolto il corpo forestale dello stato avrebbero comunque continuato a produrre la serie come segno di rispetto per questo glorioso corpo e per tutti gli appartenenti schierandosi di fatto, contro la decisione del governo.
    evitiamo di scrivere cazzate.

*

Top