Coppa d’Africa, un calcio d’inizio che ricorda la chicca di Germania ’74

In Africa sono sempre più bravi a giocare a calcio. Ma, come nel passato, ad alcuni giocatori sfuggono alcune logiche del football.

Tornano prepotentemente alcuni vizi del calcio in Africa. Un continente che negli ultimi anni ha conosciuto un vero e proprio boom di talenti, giovani esplosi e subito acquistati dalle società di tutta Europa, lasciate per un mese e passa senza i loro gioiellini impiegati nelle loro Nazionali impegnate in Coppa d’Africa.

Talenti affiancati talvolta da giocatori estranei ad ogni logica del calcio, come il tizio della Guinea Bissau che non ha saputo far di meglio che sparare la palla, dopo il kick-off, direttamente in fallo laterale.


 

Forse un gesto cavalleresco, finalizzato a restituire la palla agli avversari del Camerun (poi vincitori per 2-1), oppure un errore maldestro. Di sicuro ricorda il sublime gesto tecnico che un giocatore dello Zaire fece nella sfida con il Brasile durante lo svolgimento dei mondiali di Germania ’74.


Impiegato in barriera per contrastare una punizione avversaria, il nostro mito si staccò dall’assembramento quando l’arbitro fischiò, calciando il pallone lontanissimo e rimediano un inspiegabile (per lui) cartellino giallo, tra gli sguardi attoniti e stupefatti dei brasiliani.
C’è da scommettere che dopo il match, una sbirciatina al regolamento del gioco del calcio, la diede.

Articoli correlati

2 Commenti

  1. giuseppe iori said:

    Salve,
    leggo sempre tutti i vostri articoli e mi piacciono molto e spesso li condivido.
    Molto simpatico anche quest’articolo, ma mi è venuto in mente che quando morì il terzino dello zaire (mwepu mi sembra) uscì un articolo dove spiegavano che avevano fatto quella cosa assurda, perché dopo aver perso la prima partita per 7,8 o 9 a zero insomma tanto a poco; il dittatore dello zaire gli disse che se prendevano più di 3 goal li avrebbe uccisi e quindi erano sul 3-0 a pochi min dalla fine e non volevano far segnare il 4 gaol al brasile… non so se sia vero o se ricordo male; ma volevo segnalarlo.
    grazie di tutto e continuate così
    saluti
    giuseppe iori

    • Emiliano StellaEmiliano Stella said:

      Sì Giuseppe, un altro lettore afferma che sia andata proprio così. Dopo aver perso 9-0 contro la Jugoslavia sembra che Mobutu avesse minacciato di morte tutta la rosa… difficile credere che tornati in Zaire alle parole sarebbero seguiti i fatti, ma prendiamo per vera questa motivazione rimanendo allo stesso tempo un tantino diffidenti… Grazie mille comunque per la segnalazione.

*

Top