Palermo, Crotone e Pescara già in B: occhio ai biscotti

Attenzione ai biscotti adesso. Non ci vuole certamente un genio per capire che, salvo miracoli (ma miracoli seri eh) il destino di Pescara, Crotone e Palermo sia già segnato.

Erano anni che non accadeva una cosa simile. La B è ormai un rischio divenuto realtà, impossibile da evitare. Una quasi certezza per tre squadre evidentemente non attrezzate per affrontare la massima serie. Rose inadeguate, poca esperienza, un po’ di sfortuna, ma tutto sommato un abisso con le altre avversarie dirette (vedi Empoli, Bologna, Chievo) che hanno già superato i 20 punti. Mentre le tre cenerentole del nostro campionato sono ferme a 9 e 10. Una vera miseria.

Ecco perché il rischio che nelle prossime partite, con i giocatori ormai rassegnati, ci possano essere i classici “biscotti” è molto concreto. Che non devono per forza essere match truccati (anche perché per batterle non è che ci sia voluto il Real Madrid fino a questo momento), ma comunque senza motivazioni e con la rassegnazione alla Serie B diventa davvero difficile continuare a giocare.

Per esempio i match del prossimo week end saranno Napoli-Palermo e Inter-Pescara (che sul campo quest’anno non ha mai vinto). Praticamente 3 punti in tasca per nerazzurri e partenopei. E a lungo andare questo potrebbe pesare sulla corsa all’Europa. Il Crotone avrà invece l’ultima, ma proprio ultimissima, spiaggia (almeno per la matematica) affrontando l’Empoli.

Forse davvero urge una riforma e un ritorno a 18 squadre.

Mentre però le neo promosse Crotone e Pescara hanno davvero allestito rose inadeguate, con molti giocatori confermati dal campionato scorso (la differenza tra B ed A è tantissima però), il Palermo, che lo scorso anno era riuscito a salvarsi dopo un girone di andata disastroso, paga il caratteraccio del presidente Zamparini alle prese adesso anche con i pm che hanno aperto un’inchiesta sui grandi debitori della Banca Popolare di Vicenza dove figura pure lui.

Il truffato sono io“, ha risposto il patron rosanero che ha anche fatto causa all’istituto di credito che gli aveva erogato un finanziamento (sembrerebbe effettivamente aver ragione lui in questa vicenda).

Tornando al calcio, la speranza é che Crotone, Pescara e Palermo si impegnino sempre fino alla fine e onorino il campionato. Anche perché fare peggio di così è davvero impossibile.

Articoli correlati

*

Top