Sul web dilaga l’ironia per la combinazione maglia/poster di Salvini

Salvini

Matteo Salvini sta pagando a caro prezzo l’azzardato accostamento tra l’immagine di Donald Trump ed un pensiero sugli indiani d’America.

In effetti era in parte giusto ciò che il leader leghista Salvini intendeva, e cioè accomunare la paventata chiusura agli immigrati del neo-presidente Usa Donald Trump alla diffidenza (poi motivata dal loro sterminio) che i pellerossa avevano per i visi pallidi invasori.

Ma ciò che Matteo ha dimenticato è che Trump è lui stesso discendente di una famiglia di origine tedesca (il nonno Friedrich Drumpf emigrò dalla Germania nel 1885) trasferitasi negli Stati Uniti in cerca di fortuna.

Il web non ha avuto pietà, e ha rimarcato questo ardito accostamento con fotomontaggi a volte intelligenti e a volte spassosi.

Si è visto proprio di tutto, come il bestemmiatore incallito Germano Mosconi accanto Gesù, il mai abbastanza compianto Mario Magnotta ed una lavatrice, un cacciatore armato di doppietta ed un gorilla. Combinazioni azzardate con soggetti che stridono tra loro, e chi meglio della coesistenza di Higuain ed il Napoli, il manifesto di McDonald’s e la maglietta vegana, il simbolo dei Rolling Stones ed i quattro dei Beatles potrebbero rappresentare un’incoerenza tanto palese?

Passando per il Titanic ed un iceberg, i dinosauri ed un meteorite e la Raggi con un frigorifero si arriva forse all’esempio visivo di massima incoerenza per molti. Matteo Salvini ed un cervello umano.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Pingback: Novusphere

  2. Pingback: ibine sarp

  3. Pingback: gavat saarp

*

Top