Sanremo: Totti al Festival e la sua battuta contro la Lazio fuori scaletta

totti

Francesco Totti al Festival di Sanremo ha fatto impazzire i tifosi della Roma e arrabbiare quelli laziali. Non si è smentito il capitano giallorosso nemmeno ieri sera quando si è lasciato sfuggire una battuta (verosimilmente) anti-biancoceleste che non era in programma nella scaletta.

“La mia canzone preferita di Sanremo? Quella di Povia: Il piccione”, l’uscita del numero 10. Totti ha risposto così alla domanda di Maria De Filippi e Carlo Conti. Nulla di anomalo apparentemente. Poi però è spuntato il retroscena: l’account Twitter di Sanremo ha infatti condiviso una foto della scaletta della serata, dove  la risposta originaria del capitano della Roma sarebbe dovuta essere “Si può dare di più” di Umberto Tozzi, Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri. 

Una battuta tipica dei tifosi giallorossi, soliti a paragonare i due volatili. Tra le altre cose anche molto fuori luogo vista l’importanza dell’aquila come simbolo della storia di Roma. Accostarla ad un piccione è anche dimostrazione di ignoranza e mancanza di rispetto verso la Città Eterna e il suo passato imperiale. Così come è storica la lupa, simbolo del club giallorosso.

Celebrato dai media nazionali, soprattutto dai giornali romani, da sempre in ginocchio dinnanzi al Capitano, Totti può dire e fare ciò che vuole. Volente o nolente gli verrà data sempre ragione.

A proposito del Capitano, ieri il presidente della Camera, Laura Boldrini, ha lanciato il sito “Bastabufale.it” contro l’informazione scorretta che pubblica notizie false e il primo testimonial è proprio lui. 

 

Articoli correlati

2 Commenti

  1. pina said:

    Cosa puoi aspettarti dal tuo Paese che sceglie tale personaggio per la campagna anti bullismo? Qualcuno sta fuori di testa

*

Top