Ranieri e Luis Enrique: il momento nero dei due ex giallorossi

ranieri

Dalle stelle alle stalle, nel giro di pochissimi mesi. Il calcio dà, ma il calcio toglie anche. E questa è una regola fissa. Non se la passa di certo bene in Spagna Luis Enrique con il suo Barcellona; se la passa invece malissimo Claudio Ranieri che, dopo l’impresa della scorsa stagione e il titolo vinto con il Leicester, sta, addirittura, retrocedendo.

Due storie diverse ok, ma simili allo stesso momento, che confermano quanto di vero ci sia nella frase che “nel calcio non c’è spazio per la riconoscenza“. E forse è anche giusto che sia così.

A Barcellona, l’ex tecnico della Roma è finito oggi su tutte le prime pagine dei giornali, deriso per la scoppola rimediata ieri sera dal Psg (4-0) che, di fatto, ha estromesso (salvo miracoli) i blaugrana dalla Champions League. E pensare che, solo due anni fa, quella coppa dalle grandi orecchie, Luis Enrique era riuscito a vincerla contro la Juventus. Ma forse, quella squadra che giocava a memoria, era ancora la creatura di Pep Guardiola.

E poi c’è il “povero” Ranieri che sta assistendo al crollo del suo Leicester che prende suonate a destra e a sinistra. Da chiunque. La classifica è impietosa: diciassettesimo posto con 21 punti. Uno solo in più dell’Hull City terz’ultimo. Ma quello che preoccupa è che le Foxes stanno sprofondando nelle ultime giornate: zero gol fatti nel 2017 e 5 sconfitte consecutive. Il Leicester sta tramutando il suo sogno in un vero e proprio incubo. E Ranieri sembra aver perso completamente, per sua stessa ammissione, la retta via.

Riusciranno i nostri eroi” a rialzarsi? Al momento è buio pesto…

 

 

Articoli correlati

*

Top