Marche: terremotati abbandonati, ma 12 dirigenti “vincono” stipendi d’oro

Le cose inspiegabili dell’Italia, che ti fanno pensare male. I paradossi del nostro paese che mettono in ginocchio i cittadini.

Nelle Marche, gli abitanti hanno perso praticamente tutto per colpa del terremoto che ha colpito la regione questa estate: case, familiari, amici, lavoro. E il crollo naturale del turismo che era il fiore all’occhiello di queste località.

Un sisma che, dal 24 agosto scorso, non dà tregua a queste popolazioni con scosse che continuano ancora adesso.

Un danno stimato di 20 miliardi di euro per queste città (Ascoli Piceno, Macerata, Fermo e comuni) e a 35 Mila ammontano gli sfollati sistemati (mica tutti) negli alberghi e nelle strutture vicine.

Una ricostruzione promessa, annunciata più volte, che non è ancora cominciata. Una lentezza ingiustificata che non si è però verificata all’interno degli uffici della Regione Marche. Cosa significa? Che, se è vero (e scandaloso) che l’amministrazione non paghi l’albergo ai cittadini colpiti dal sisma, è altrettanto vero che sono stati appena assunti in un lampo dodici nuovi dirigenti.

Che percepiranno stipendi di 120 Mila euro l’anno per un totale di un milione e 440 Mila euro.

Un concorso più veloce della luce (il bando è stato pubblicato il 7 dicembre e già sono stati assunti in 12), chiuso in soli 5 giorni.

In molti lo hanno definito infatti “concorsino“, viste le modalità con cui è stato istituito e vista la commissione esaminatrice che è cambiata più volte.

La motivazione data è “Dobbiamo far funzionare al meglio la macchina pubblica in questo clima di emergenza totale“. Già, ma i cittadini non credono ad una sola parola proveniente da questi uffici. Ed é impossibile biasimarli. D’altronde, l’organico regionale marchigiano conta la bellezza di 1343 dipendenti e altri 500 delle provincie, per una spesa annua di 64 milioni di euro.

Una vergogna se si aggiunge il fatto che la Regione Marche, da agosto, non ha ancora versato un solo centesimo agli albergatori e ai gestori di camping che ospitano i terremotati e che ora rischiano di essere sfrattati.

È chiara la situazione? Non solo, adesso su di loro si sta anche per abbattere una batosta fiscale. Perché la sospensione delle tasse si sta rivelando una farsa: durerà solo fino a dicembre e i cittadini dovranno pagare anche gli arretrati (sic!).

Ma intanto 12 dirigenti avranno il loro bellissimo stipendio da favola. E poco importa se la situazione nelle Marche è drammatica.

Articoli correlati

*

Top