Rainews, nostalgia di Semprini? Lo trovate a notte fonda (concilia il sonno)

semprini, gianluca semprini, politics, daria bignardi, rai3, raitre
Gianluca Semprini

Archiviata, con disonore, l’avventura del talk show “Politics” – chiuso per pena – il giornalista Gianluca Semprini, quello chiamato dalla grigia direttrice di Raitre Daria Bignardi alla Rai con tanto di contratto a tempo indeterminato, è stato spedito dalla stessa a calci nel sedere a RaiNews. Lì, almeno, non potrà fare danni.

O, quantomeno, non potrà fare più schifo – in termini di ascolti – di quanto fatto durante la messa in onda del suo programma. Anche perché, tanto per andare sul sicuro, a Semprini è stato assegnato il ruolo di “conduttore di notte” nella fascia che arriva fino all’alba. Che onta per chi, almeno nelle intenzioni della Bignardi, aveva tutte le carte in regola per essere il nuovo Bruno Vespa.

Macché. Non solo perché all’ex giornalista di Sky manca la verve per gestire un talk politico, con ritmo e spigliatezza (e lo share di poco più del 2% lo conferma) ma soprattutto perché il suo arrivo in Rai presenta molti punti quantomeno “anomali”: è stato assunto, infatti, per chiamata diretta dalla Bignardi – alla faccia, come al solito, del job posting interno –  che non si scomodò nemmeno a interpellare il direttore Antonio Di Bella, come prevedono le regole.

Regole aggirate in nome del talento, perché la Rai aveva disperatamente bisogno di Semprini per sostituire Massimo Giannini. «L’ho scelto perché non potevo rischiare , non avevo tempo per fare prove, né volevo bruciare un interno. È un grande professionista della tv ed è un volto nuovo». E, infatti, il suo “Politics” – fin dalla prima puntata – si è rivelato un (soporifero) flop. Tant’è che la Bignardi non sapeva più dove nascondere la faccia per la vergogna di dover rendere conto del fallimento del suo pupillo. >>leggi qui<<

Ora anche il cdr di Rainews ha parzialmente rivisto la posizione di Semprini e, pur continuando a stigmatizzare il comportamento dell’azienda e della Bignardi, ha aperto la porta al nuovo arrivato. La porta dello sgabuzzino.

Articoli correlati

*

Top