Atac: oltre allo sciopero, anche i disagi sulla Metro C

metro c

Mattinata col fiato sospeso per i tantissimi pendolari romani che questa mattina hanno preso la Metro C, linea considerata all’avanguardia nella Capitale, ma che ha subito un guasto a pochi minuti dall’inizio dello sciopero.

Studenti e lavoratori costretti a scendere dai vagoni della Metro C, presso la fermata Mirti, per un guasto alla linea. La banchina, dunque, si è affollata più del solito dal momento che oltre al traffico di punta, composto dagli utenti che ogni giorno prendono la metropolitana che collega Pantano con Piazza Lodi, oggi erano presenti anche quei romani che hanno anticipato i tempi per evitare di incorrere nello sciopero di oggi.

La protesta proclamata dalla sigla Faisa Confail che ha risparmiato la Metro C, ha però riguardato le altre due linee. Pendolari infuriati per la linea A che è risultata chiusa, mentre la B ha svolto il servizio, ma con riduzione di corse. A dare problemi alla linea della metropolitana di Roma più recente, dunque, ci hanno pensato i guasti. Già nella mattinata di ieri, si era registrato un problema, sempre in mattinata, alla fermata di Torre Spaccata. Oggi, dopo un primo parziale stop alla stessa fermata, la voce dagli altoparlanti ha invitato i passeggeri a scendere alla fermata Mirti.

Non solo: un paio di fermate successive, a Teano, secondo alcune testimonianze, le porte – dopo essersi aperte per far scendere i passeggeri – si sarebbero richiuse immediatamente, impedendo agli altri utenti di salire. Sono davvero giorni di passione per i romani che oltre alle giornate di sciopero e alle proteste dei tassisti, con varie ripercussioni sulla mobilità, non solo si ritrovano alle prese con lo sciopero dei dipendenti Atac, ma anche con i guasti di una linea – come la Metro C – considerata nuova e funzionante.

Articoli correlati

*

Top