Gubitosi vuol portare gli “amichetti” in Alitalia, Etihad gli ride in faccia

gubitosi, luigi gubitosi, alitalia, rai
Luigi Gubitosi

L’australiano James Hogan, presidente e CEO di Etihad Airways e, tra le altre cose, vicepresidente di Alitalia ha ridimensionato le richieste (e l’ego) di Giggino Gubitosi.

L’ex (disastroso) Dg della Rai, infatti, candidato alla poltrona più alta della nostra (disastrata) compagnia aerea, nel prendere il posto di Montezemolo, esige pieni poteri non solo nella gestione della finanza e nella ristrutturazione dell’imbarazzante debito, ma anche – udite udite – nella comunicazione e nell’audit. Grasse risate. Soprattutto perché, per mettere in campo la sua “strategia” di gestione, Gubitosi pretenderebbe di portarsi in Alitalia il suo “dream team”: l’alter ego Camillo Rossotto >>leggi qui<< (l’uomo che ha portato in Borsa Rai Way ed ex direttore della finanza in Rai, attualmente in forza alla Lavazza) e nientepopodimeno che Costanza Mille-Borse-Firmate Esclapon, al momento disoccupata dopo aver fatto man bassa di incarichi in viale Mazzini.

Due fedelissimi, Rossotto e la Esclapon, che prenderebbero il posto dell’attuale Chief financial officer Duncan Naysmith il primo e del giornalista Alessio Vinci (attualmente a capo della comunicazione istituzionale) e Claudia Bugno (vice President Public Affairs della compagnia aerea) la seconda.

E Hogan(che lascerà a giugno) è scoppiato a ridere. La situazione di Alitalia è sì tragica, ma non tanto da permettere a Giggino e ai suoi Gubiboys di avere carta bianca. Tanto vale sbaraccare l’ambaradan, salutare tutti e dirigersi verso migliori orizzonti, piuttosto che consegnare la compagnia nelle mani di quei Re Mida al contrario. E chissenefrega se Gubitosi è sponsorizzato dalle banche (che rappresentano il 51% del capitale sociale). A tutto c’è un limite.

Ad ogni modo, domani – 9 marzo – è previsto una seduta eccezionale del consiglio di amministrazione a Milano: se per allora Hogan avrà smesso di ridere, forse si capirà se e con che ruolo l’ex Dg di viale Mazzini potrà dedicarsi a distruggere l’ennesima grande azienda italiana.

 

 

 

 

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Pingback: yavsak sarp

  2. Pingback: gavat saarp

*

Top