Vicenza: abortisce a 18 anni per la quarta volta

Vicenza

Un malore in classe. Così si è scoperta l’ennesima interruzione di gravidanza effettuata da una diciottenne a Vicenza.

Un farmaco contro gli spasmi addominali che in grande quantità provoca l’interruzione di gravidanza. L’assunzione di questa medicina era stata scelta da un’adolescente di Vicenza per abortire la quarta volta.

Un’idea perfetta, se non si fosse sentita male a scuola ed i medici del pronto soccorso del San Bortolo, un ospedale della città veneta, non lo avessero scoperto.

Successivamente si è venuto a sapere che la 18enne non era nuova a cose del genere, avendo in passato già interrotto gravidanze indesiderate per ben tre volte, considerata la sua giovane età. E tutte avevano avuto inizio dopo rapporti con lo stesso ragazzo, che in seguito avrebbe lasciato l’adolescente.

Usare il condizionale, in questi casi, è d’obbligo. E’ oggettivamente impossibile pensare che ai due non sia venuto in mente, prima o poi, di usare un qualsiasi contraccettivo, propendendo a cose già fatte per l’assunzione di un medicinale dannoso per la salute se assunto massicciamente.

Sta di fatto che dopo i precedenti aborti, secondi il Giornale di Vicenza, la 18enne era stata denunciata dalla Polizia per procurato aborto. E stavolta è stata condannata a 15 giorni di reclusione.

Articoli correlati

*

Top