Scarlett Johansson contro Ivanka Trump nel finto spot del profumo

Nel nuovo millennio la battaglia politica si fa anche così. Attrici di Hollywood, finti spot, satira fine, ma efficace.

Una voce fuori campo recita: “Lei è bella, lei è potente, lei è complice”. E appare la stupenda Scarlett Johansson. Un abito da sera dorato e luccicante e sguardo seducente, l’attrice veste i panni “sporchi” e lussuosi di Ivanka Trump. E’ un finto spot al vetriolo trasmesso dal satirico “Saturday Night Live”, da settimane in prima linea contro il nuovo presidente americano. Stavolta il dito è puntato contro la figlia di Donald rea di appoggiare l’amministrazione del padre, nonostante si sia sempre dichiarata una donna progressista.

Il finto spot pubblicizza un profumo, che guarda caso si chiama proprio “Complicit”. La Johansson cammina in un salone pieno di gente, ammirata e desiderata da tutti, donne e uomini. Mentre il voice over commenta con frasi ad effetto dal tono evidentemente sarcastico e pure un po’ velenosetto: “E’ Ivanka e una donna come lei merita un profumo tutto suo, un profumo fatto solo per lei. Perché lei è bella, lei è potente…. lei è complice”.

Da sempre sostenitrice del partito democratico Scarlett non ci ha pensato nemmeno un secondo ad accettare la parte di Ivanka nello sketch, aggiungendo così il suo nome alla già numerosa schiera di attori che fanno parodie sull’amministrazione Trump. La figlia di The Donald è accusata di voler apparire progressista e di voler prendere le distanze dalle opinioni del padre su temi caldi come il femminismo e le donne, ma di restare poi molto vicina alla sua amministrazione. E di essere la vera first lady di questa presidenza.

Verso la fine dello spot Scarlett/Ivanka si avvicina ad uno specchio per mettersi il rossetto e nel riflesso appare nientemeno che Alec Baldwin nei panni di Donald Trump. “Una femminista, una attivista, una paladina delle donne”, recita ancora la voce, che chiosa: “Il profumo per la donna che potrebbe fermare tutto questo, ma non lo farà”. Però, ci sono andati giù pesantino. Chissà come risponderanno dalla Casa Bianca.

Articoli correlati

*

Top