Airbnb: finalmente le esperienze sbarcano anche a Roma

Airbnb

Dopo Firenze, le “esperienze” di Airbnb arrivano anche a Roma. Gli host della “Città Eterna” offriranno ai turisti numerose attività ricreative e gite personalizzate nei luoghi più suggestivi della capitale.

Lo aveva annunciato Brian Chesky – CEO e co-founder di Airbnb – qualche mese fa al Festival dell’ospitalità di Los Angeles: “le nuove esperienze di Airbnb rivoluzioneranno il nostro modo di viaggiare”. Detto fatto. I “Trips” della piattaforma californiana hanno riscosso un enorme successo in tutto il mondo. A Miami, Los Angeles, Tokyo, Barcellona, Londra e Parigi, gli host hanno ricevuto un’enorme quantità di prenotazioni. Visite negli antichi teatri del centro e nelle palestre all’estrema periferia della città. Corsi di cucina e di street art. Ma anche lezioni di pesca o di pugilato. Dopo nemmeno quattro mesi dal loro debutto ufficiale, i “Trips” di Airbnb sono entrati in pianta stabile nelle abitudini di viaggio dei turisti del nuovo millennio.

A fare da apripista in Italia è stata Firenze. Nella città di Dante e Brunelleschi è possibile prenotare delle straordinarie esperienze gastronomiche o delle gite suggestive sulle colline toscane, per assaggiare del buon vino e sdraiarsi di notte sul prato a guardare le stelle (con tanto di guida). E da oggi, i “Trips” di Airbnb saranno disponibili anche a Roma. Nella Città Eterna, oltre alle solite esperienze gastronomiche, sarà possibile cavalcare alla luce del mattino lungo le mura di Ostia Antica. Oppure vedere Trastevere da una prospettiva meno turistica e convenzionale con Antonis, che vi svelerà anche preziosi trucchi per utilizzare al meglio la vostra macchina fotografica. Ma anche seguire il corso di un artigiano al lavoro su particolari tessuti, e successivamente imparare a confezionare un capo sartoriale secondo l’antica tradizione degli storici rioni Monti e Trevi. I turisti, al loro ritorno potranno portarsi a casa un oggetto ben più prezioso e originale del solito souvenir. Questi sono solo alcune delle nuove esperienze prenotabili su Roma. Per il momento sono solo dieci, ma il loro numero è destinato ad aumentare vertiginosamente già nelle prossime settimane.

“Trips unisce in un unico posto il dove, il cosa e il chi del viaggio. – spiega Andrea La Mesa, Global Director of Operations di Airbnb Trips – Per i viaggiatori, rappresenta un modo diverso di fare esperienza della città, permettendo loro di immergersi nelle comunità locali. Per le città, invece, è una risorsa per diversificare l’offerta turistica, spostando parte del flusso di turisti fuori dai centri più affollati e permettendo agli abitanti di partecipare alle attività turistiche condividendo le proprie passioni e specialità, beneficiando di qualche entrata extra. Trips è anche un modo per i residenti di scoprire attività diverse o luoghi nascosti e incontrare nuove persone”.

Ovviamente, i “Trips” sono prenotabili all’interno dell’applicazione di Airbnb. Gli host non offriranno più solo alloggi, ma anche esperienze indimenticabili e preziosi consigli sui luoghi da visitare. L’era del turismo 3.0 è appena iniziata.

Articoli correlati

*

Top