Lazio: per un giocatore in arrivo, due che potrebbero andarsene…

lazio

AGGIORNAMENTO: Nel pomeriggio, dopo aver constatato come nella giornata di ieri  il via alla campagna abbonamenti della Lazio ha portato solamente 80 tessere, Lotito ha per la prima volta in vita sua profferito la tanto attesa espressione “Mea culpa”. Colpito sull’unica cosa che realmente gli interessa, i soldi, il presidente ha dettato un comunicato (alla Macchioni) in cui ammette di avere commesso degli sbagli, ma che adesso è arrivato il momento di ripartire. “Sono consapevole che vi siano stati anche momenti deludenti, per i quali sono pronto ad assumermi le mie respnsabilità. Non ho alcuna intenzione di nascondermi. Ma ora è arrivato il momento di gettare il cuore oltre l’ostacolo e ripartire insieme”.
La risposta dei tifosi non si è fatta attendere. Durante l’amichevole del club capitolino contro la Top 11 Club Radio 103 hanno esposto un gigantesco strscione con la scritta “il comunicato più apprezzato sarà quando te ne sarai andato”. Atro che segnali distensivi…

Per i laziali, una notizia buona ed una cattiva. Quella buona è che sembra ormai fatta per davvero per Astori al centro della difesa della Lazio; quella cattiva è che c’è il rischio concreto di perdere i “gioiellini” Minala e Tounkara.

Per il centrale del Cagliari si è ormai ai dettagli relativi ai “bonus”, dopo che il presidente Lotito ha ritoccato l’offerta economica del cash. Astori arriverà per una cifra complessiva di 8 milioni di euro e l’incontro di domani in Lega tra il numero uno di Formello e il presidente cagliaritano Giulini dovrebbe finalmente coincidere con la chiusura finale della trattativa. Poi, bisognerà mettersi alla ricerca del secondo difensore centrale, dal momento che il Feyenoord non sembra più intenzionato a trattare con la Lazio per De Vrij, dal momento che Lotito resta inchiodato all’offerta di 7 milioni complessivi, tra cash (a rate) e bonus. E non si può neppure dare torto al club olandese se la valutazione di Astori è ritenuta (da Lotito) superiore a quella dell’appena eletto miglior difensore dei Mondiali. Oltretutto, a parte il gradimento di Van Gaal, che lo vorrebbe con sé al Manchester United, pare proprio che De Vrij sia stato “scoperto” da altri club europei di prestigio e che quindi sia in corsa una sorta di asta sotterranea destinata a penalizzare le ambizioni laziali.

Purtroppo, ad allontanarsi dalla Lazio non è soltanto de Vrij. C’è il rischio, concreto, che esplodano i casi dei contratti di Minala e di Tounkara. I due gioiellini percepiscono al momento solo lo stipendio previsto per i “primavera”: 1300 euro netti al mese. Aggregandoli alla prima squadra, il diesse Tare aveva preparato per loro una bozza di un nuovo contratto. Da 4000 euro netti al mese per il primo anno, 6000 per il secondo e via via a salire. Ma i due avrebbero nettamente rifiutato, ricevendo in cambio l’esclusione dalla prima parte del ritiro di Auronzo. Lotito e Tare, inoltre, sarebbero seriamente intenzionati, qualora il rifiuto a sottoscrivere il nuovo contratto venisse nuovamente confermato, ad usare le maniere forti come quelle già usate a suo tempo con Cavanda e Diakitè.

Per risolvere la situazione, occorrerebbe una mediazione. Anche perché pare che i due talenti non siano dei veri e propri modelli di sobrietà nei comportamenti extra calcistici. Un conto sono le intemperanze delle età, un altro il vivere da sbandati facendo bisboccia nei locali e tirando tardi la notte in compagnia di ragazze compiacenti.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Fabio said:

    Paglia come sempre astioso verso Lotito, ormai troppo prevedibili i suoi commenti – articoli, le sue reazioni alle parole e ai fatti della società laziale, come quelle dei rappresentanti la curva Nord

  2. Mathias le Noci said:

    Come sempre. Detto poi che noi siamo in trattativa per un giocatore nella media( Astori) da 2 mesi, a trigoria pensano a mettere 30 milioni d’euro per Iturbe. Basta mediocrità e #liberalalazio

*

Top