Roma: rogo colpisce baracche sotto cavalcavia, un morto

Il degrado uccide ancora: succede nella Capitale d’Italia dove un rogo che ha colpito alcune baracche ha causato un morto.

A due passi dal centro di Roma, sotto il cavalcavia di via Portuense, un rogo che si è sviluppato ieri verso la mezzanotte ha provocato la morte di una persona.

La tragedia è avvenuta all’altezza di viale Newton: l’intervento dei Vigili del fuoco ha fatto in modo che le fiamme colpissero le baracche adiacenti e ha portato al ritrovamento del corpo carbonizzato.

Il cadavere non è stato ancora identificato.

Il tragico episodio ha portato alla richiesta della chiusura di insediamenti abusivi da parte dei consiglieri municipali di Fratelli d’Italia. “Sono anni che denunciamo in modo continuativo la presenza di nuclei familiari che stazionano incontrollati sotto gli occhi indignati dei cittadini che ci subissano di segnalazioni – hanno dichiarato Giovanni Piconeel e Marco Giudici, capogruppo di Fdi e vicepresidente del consiglio del Municipio XII – Questa vittima deve andare in conto a quella politica che da Marino alla Raggi ha girato la testa di fronte alle vere esigenze del territorio e dei cittadini”.

Il problema di viale Newton, come quello di altri accampamenti nelle zone circostanti è stato denunciato più volte nel corso degli anni, senza alcun risultato: “Come Fratelli d’Italia – ha aggiunto Daniele Catalano, consigliere di Fratelli d’Italia al Municipio XI – ci spingemmo fino all’interno del campo per denunciare la presenza di quell’accampamento, e la nostra battaglia trovò grande sostegno da parte dei cittadini ma restò inascoltata al cospetto di politici ed istituzioni”.

“Nei mesi scorsi – hanno concluso – il consiglio del Municipio XII ha accolto addirittura la nostra proposta di sgombero, ma né il presidente Crescimanno né il sindaco Raggi si sono mai degnati di attenzionare il problema. Con questa vittima sulla coscienza speriamo che da domani si attivino per cambiare le cose”.

 

 

 

Articoli correlati

*

Top