Sky: lavoratori a rischio ricevuti da Papa Francesco

Sono stati ricevuti oggi da Papa Francesco nell’udiena in piazza San Pietro gli oltre cento dipendenti di Sky Italia coinvolti nella delicata vertenza.

Le trattative tra azienda e lavoratori – come raccontato nei giorni scorsi – attualmente non stanno producendo alcun risultato: la presenza dei dipendenti all’udienza di oggi, concordata con la Prefettura della Casa Pontificia e la Segreteria di Stato, potrebbe rappresentare un segnale importante. O almeno sono in molti a sperarlo.

Oltre a salutare il Pontefice, i dipendenti di Sky Italia hanno illustratoo il delicato momento che stanno attraversando e che rischia di vedere oltre 200 esuberi e quasi 400 trasferimenti su tutta Italia. A Milano, infatti, verrebbero inviati 300 lavoratori di Roma e 10 di Cagliari.

La città di Roma, dunque, è sempre meno la Capitale d’Italia: gli uffici che in questi anni hanno ospitato Sky Tg24, si trasferiranno a Milano facendo di via Salaria la sede maggiormente colpita dalla prevista riorganizzazione. Come hanno fatto sapere le organizzazioni sindacali, è previsto il coinvolgimento per esubero o trasferimento del 70% della forza lavoro attualmente impiegata (tra impiegati, tecnici, giornalisti). In particolare, come già raccontato, verrà trasferita la redazione di Sky Tg24, ad esclusione delle redazioni politica e Centro-Sud Italia (comprensive del Personale a supporto tecnico e logistico), parte dell’area Information Technology, gran parte del settore commerciale della direzione Service & Delivery e verranno ridimensionati conseguentemente i settori di Facility Management e Finance (leggi qui).

“Un pensiero speciale rivolgo ai lavoratori di ‘Sky ltalia’, ed auspico che la loro situazione lavorativa possa trovare una rapida soluzione, nel rispetto dei diritti di tutti, specialmente delle famiglie” sono state le parole di Papa Francesco a conclusione dell’Udienza Generale, alla quale hanno partecipato circa 100 dipendenti dell’emittente. “ll lavoro – ha continuato Bergoglio – ci dà dignità e i responsabili dei popoli, i dirigenti, hanno l’obbligo di fare del tutto purché ogni uomo e ogni donna possa lavorare e così avere la fronte alta, guardare in faccia gli altri con dignità. Chi per manovre economiche, per fare negoziati non del tutto chiari, chiude fabbriche, chiude imprendimenti lavorativi e toglie il lavoro agli uomini, questa persona fa un peccato gravissimo”.

Così, a fronte dell’impotenza politico-amministrativa delle varie istituzioni locali e nazionali ormai acclarata, sono in molti a sperare che Sky Italia possa ascoltare un intervento di Papa Francesco.

 

 

Articoli correlati

*

Top