Google Family Link, come controllare lo smartphone dei figli

Google Family Link, Gloogle

Chi ha dei figli adolescenti sa bene quanto sia complicato limitare la loro interazione con lo smartphone, con il quale vivono un rapporto pressoché simbiotico. Con Google Family Link i genitori possono monitorare il tempo di utilizzo, impostare un orario limite la sera, bloccare il cellulare da remoto o impedire l’installazione e l’acquisto di contenuti multimediali.

Google Family Link (clicca qui) è una specie di parental control ed è utilizzabile sui dispositivi basati sul sistema operativo Android 7.0 Nougat (su iOs esiste da tempo un meccanismo del genere). Al momento questa applicazione è disponibile solo per dispositivi Android ed è testata da un gruppo ristretto di volontari negli Stati Uniti che hanno figli minori di 13 anni.

Si parte dal presupposto che siano i genitori a creare l’account dei figli, così che possano impostare i vari strumenti di controllo a disposizione. Quali? Svariati: mamma e papà, ad esempio,  possono monitorare il tempo di utilizzo, impostare un orario limite la sera e bloccarlo da remoto. E possono anche rifiutare l’installazione e l’acquisto di contenuti multimediali come giochi, app e musica dal Play Store, il negozio digitale di Google.

Qualora il ragazzino volesse installarne una, parte la richiesta che sullo smartphone del genitore, che ha 24 ore di tempo per decidere se autorizzare il download oppure no. Si tratta di uno strumento molto utile se utilizzato in maniera intelligente, perché ottimizza il primo approccio con la tecnologia dei più piccoli troppo spesso lasciati in balia di sé stessi.

Google Family Link vale per i giovanissimi: al tredicesimo compleanno, infatti, Google chiederà all’utente se trasformare il proprio account in uno regolare o continuare a usare i controlli parentali. E non abbiamo dubbi su quella che sarà la scelta dei ragazzi. Ma l’età potrebbe però variare a seconda del paese in base ai termini di utilizzo dei servizi di Google (13 anni negli USA, ma ad esempio 16 nei Paesi Bassi).

 

Articoli correlati

*

Top