Roma: sfortuna, rabbia e tanti rimpianti 

Mancó la fortuna, non il valore. Si potrebbero sintetizzare così la serata giallorossa e la vittoria inutile contro il Lione che è purtroppo costata l’eliminazione ai giallorossi dall’Europa League.

Sfumato dunque il primo obiettivo stagionale, ma i rimpianti sono tanti, tantissimi.

Il primo sicuramente é la gara di andata, dove disattenzioni e crollo fisico sono stati determinanti in senso negativo. Quei 4 gol presi hanno “costretto” Spalletti & Co a dover compiere un’impresa contro i francesi. Impresa sfiorata, ma non centrata. Per sfortuna sicuramente, ma anche per imprecisione sotto porta e amnesia difensive. E forse il tecnico di Certaldo ha mostrato troppa sicurezza e spocchia alla vigilia con quelle frasi “Passiamo noi”, “Siamo favoriti”. Nel calcio conta butttarla dentro e il Lione lo ha fatto una volta in più della Roma.

Ingeneroso però prendersela adesso con Dzeko che, ieri sì, è stato un fantasma, ma che in stagione ha realizzato la bellezza di 30 reti, togliendo alla Roma le castagne dal fuoco in svariate occasioni.

Dispiace esser usciti così, soprattutto davanti ad uno stadio Olimpico tornato nuovamente a riempirsi e a tifare. Anche se, va sottolineato, il cuore pulsante della Curva Sud, ovvero i gruppi organizzati, hanno continuato con la loro protesta e non sono entrati.

Adesso è dura, ma il secondo posto e soprattutto battere la Lazio eliminiamola diventano gli obiettivi principali della stagione ora che l’Europa League è maledettamente sfumata.

Articoli correlati

Un Commento

  1. CurvaNord said:

    Sfortuna dici? Ma il secondo gol e’ stato un autorete dei francesi! Ma un po’ di autocritica mai ? Piuttosto farei attenzione a conservare il secondo posto…

Rispondi a CurvaNord Annulla risposta

*

Top