Multe: ecco “TruCam”, il nuovo incubo degli automobilisti

TruCam

TruCam monitora eccessi di velocità, l’effettivo utilizzo delle cinture di sicurezza e del cellulare. Ecco come funziona il nuovo ed infallibile sistema in dotazione alla Polizia di Stato e ai Carabinieri.

TruCam si prepara al debutto sulle strade italiane. Si tratta di un innovativo sistema per contrastare alcune violazioni del Codice della Strada. Non solo eccessi di velocità. Difatti, grazie al supporto di un diabolico Telelaser (che fotograferà l’interno degli abitacoli), il nuovo strumento in dotazione alla Polizia di Stato sanzionerà tutti gli automobilisti sprovvisti di cintura di sicurezza o che guidano parlando al cellulare. TruCam verrà installato soltanto su alcune strade del sud italia (dal basso Lazio alla Sardegna), ma non è esclusa una prossima diffusione anche sul resto del territorio italiano.

Il meccanismo è semplice e spietato. Al normale rilevatore di velocità verrà affiancata una telecamera che riprende l’infrazione con un video. Un’importante novità rispetto al tradizionale autovelox. TruCam elaborerà un meticoloso rapporto sulla velocità delle auto per ogni singolo metro percorso. E secondo la Polstrada, questa nuova ed efficiente caratteristica renderà più difficile (se non impossibile) fare ricorso e impugnare eventuali sanzioni.

Come riportato dal sito www.studiocataldi.it, TruCam verrà posizionato ai bordi delle strade. Il sistema è dotato di una telecamera interna per fotografare le automobili in circolazione. Tramite un semplice scatto, questo diabolico apparecchio fornirà agli agenti tutti i dati relativi alla vettura. Verranno così sanzionate, tutte le automobili sprovviste di assicurazione e/o revisione.

Tra le funzioni opzionali, è anche previsto il rilevamento notturno con flash ad infrarossi. Il mirino ingranditore 3,5 X distinguerà i veicoli pesanti da quelli leggeri, così da evitare eventuali errori scaturiti dal doppio limite. Ma non finisce qui. Quando verrà fotografata la sanzione, si attiverà immediatamente la geolocalizzazione tramite GPS. Ed infine, tutte le riprese verranno archiviate su un sistema di memoria che si appoggia a una piattaforma Linux.

Una totale rivoluzione per la sicurezza e il controllo sulle strade italiane. Scordatevi i vecchi autovelox. TruCam diventerà il peggiore incubo di tutti gli automobilisti.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Pingback: Multe: ecco “TruCam”, il nuovo incubo degli automobilisti – NWS4U

*

Top